Come curare la barba lunga in modo naturale

Come curare la barba lunga in modo naturale: ecco come curare la vostra barba per mantenere una corretta igiene personale, evitare pruriti e fastidi e poter dare un'immagine di sé sempre fresca e pulita

Come curare la barba lunga in modo naturale

Sapere come curare la barba lunga è di vitale importanza per mantenere la pulizia del proprio look, anche in caso di barbe particolarmente voluminose. Se tenere il viso sempre ben rasato può infatti essere sufficiente ad eliminare molti dei fattori che, esteticamente parlando, causano lo sgradevolissimo “effetto sciatto”, dare freschezza alla propria immagine in caso di barboni chilometrici non è esattamente altrettanto semplice. D’altronde lasciar crescere i peli è facile, basta evitare di tagliarli; ma mantenere la propria “opera naturale” come si deve – prendendo dunque tutti gli accorgimenti del caso – è ben altro paio di maniche.

Tra i risultati di una barba lasciata al caso ed ai capricci di madre natura infatti, non figura solamente il trasmettere un’immagine sporca e trascurata: possono infatti insorgere complicanze di natura igienica ben più rilevanti, come ad esempio la follicolite (che si verifica di norma quando non ci si rade con le dovute precauzioni).

Anche i peli duri ed incarniti sono un nemico da affrontare con le armi giuste, per evitare fastidiosissimi pruriti ed infezioni, e far sì che chi avvicini le labbra al vostro volto non possa provare la stessa, frustrante esperienza di chi ha avuto modo di baciare un istrice. Conoscete qualcuno che l’abbia fatto? No? Beh, ovvio: è terribilmente sgradevole. E lo stesso si può dire dell’atto di baciare un uomo la cui barba ha il potere di trafiggere.

Come curare la barba lunga in modo naturale (1)

Ecco come curare la barba lunga e folta

Inizialmente, potreste sentire la forte impellenza di radere tutto quel pelo che sta proliferando sul vostro viso. La ragione è semplice, e può essere riassunta in una sola parola: prurito. La barba renderà infatti la vostra pelle più secca, i vostri peli saranno duri, e –dulcis in fundo– inizierete a raccogliere detriti galleggianti nell’atmosfera e provenienti da ogni dove: residui di cibo, briciole, polvere. Coriandoli. Avere una barba lunga può risultare particolarmente seccante, a Carnevale. Tuttavia non demordete: in fondo dovevate scegliere tra barba lunga o corta, ed avete propeso per la prima.

Quindi siate coerenti, e portate la vostra scelta fino in fondo. Come? Basteranno alcuni semplici accorgimenti per alleviare le vostre sofferenze. Ed un pizzico di buona volontà, che in questi casi è assolutamente necessaria.

Come prima regola, lavate quotidianamente la vostra barba con un sapone non aggressivo per la pelle, così da mantenere il vostro viso pulito e prevenire le infezioni. Potrete ricorrere anche a creme per il viso (a questo proposito, vanno bene anche quelle per neonati) in modo da ammorbidire la barba, combattere il prurito e soffrire di meno la rigidità dei peli. Non dimenticatevi inoltre di fare utilizzo anche di una crema esfoliante: è necessario rimuovere la pelle morta per mantenere una corretta igiene personale, tantopiù in presenza di quella fitta foresta che vi siete fatti crescere sulle guance.

Come curare la barba lunga in modo naturale

In questo modo eviterete anche che i peli possano incarnirsi. Ora avete proceduto a mantenervi sani, puliti e freschi, ma ricordate che anche l’occhio vuole la sua parte. Dopotutto non vi siete fatti crescere la barba per avere a che fare con pruriti e operazioni di pulizia costante, ma per rinnovare il vostro look, no? Pertanto il fattore estetico è importante almeno tanto quanto la pulizia.

Armatevi di rasoio elettrico o regolabarba, e definite a piacere i contorni del vostro manto, senza titubare qualora sentiste la necessità di recarvi da un barbiere. Specialmente se siete all’inizio del vostro “percorso di barbuti”: saprà dare una forma omogenea alla vostra barba e fornirvi ulteriori, utilissimi consigli ad hoc per il suo mantenimento.

Altre notizie interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!