Rimozione tatuaggi con il laser: come funziona e costo

Pensavate che un tatuaggio fosse permanente? La rimozione tatuaggi è invece possibile grazie all'utilizzo della tecnologia laser, che da risultati certi e sicuri. Vediamo come funziona ed i relativi costi

Rimozione tatuaggi con il laser: come funziona e costo

Al giorno d’oggi, se abbiamo deciso per la rimozione tatuaggi dal nostro corpo, ci sono tecnologie più o meno affidabili. La migliore tecnica per la rimozione dei tatuaggi è senza dubbio quella che utilizza dei laser dedicati, realizzati appositamente per cancellare l’inchiostro dalla nostra pelle.

I motivi che possono portare una persona a decidere di eliminare un tatuaggio realizzato in precedenza posso essere di vario tipo: può essere dovuto all’invecchiamento, che tende a far diventare dei bellissimi disegni delle macchie informi, al desiderio di cancellare un errore del passato (come, ad esempio, rimuovere il nome di una ex ragazza o un piccolo tatuaggio compiuto in una serata di follia) o a causa di imposizioni della società, in quanto, in alcuni ambiti lavorativi, avere un tatuaggio in una zona visibile del corpo o un piercing sul viso non è assolutamente ammissibile.

Qualunque sia il motivo, grazie agli sviluppi della tecnologia del giorno d’oggi, è possibile prenotare un’operazione di rimozione dei tatuaggi mediante l’utilizzo di laser.

Fino a pochi decenni fa, quando questa tecnologia non era ancora disponibile, era pressoché impossibile rimuovere un tatuaggio, se non si era intenzionati a sottoporsi ad operazioni molto invasive e rischiose, come ad esempio l’abrasione della pelle con acidi specifici o con incisioni e trapianti di pelle. Al giorno d’oggi invece è molto più facile e pratico agire per la rimozione tatuaggi: vediamo insieme come fare.

Rimozione tatuaggi con il laser: come funziona e costo

Rimozione tatuaggi: ecco la soluzione ai ripensamenti

La moderna tecnologia di rimozione tatuaggi è dunque, principalmente, quella laser. Il fascio di luce emesso dal laser è infatti in grado di frammentare le particelle di inchiostro che compongono un tatuaggio: il laser riesce quindi a spezzettare le particelle in componenti così minuscole che il nostro corpo è in grado di disperderle durante con un normale processo di guarigione, cicatrizzando la pelle su cui era presente il tatuaggio.

Questa tecnica funziona meglio per quanto riguarda i tatuaggi per cui sono stati utilizzati inchiostri di colore scuro, con una maggiore capacità di assorbimento dei fasci di luce generati dal laser, mentre per quanto riguarda gli altri colori, vengono utilizzati dei macchinari più sofisticati che emettono una maggiore quantità di energia, necessaria dal momento che i colori chiari tendono a riflettere parte della luce impiegata per la rimozione dei tatuaggi.

Il periodo più indicato per procedere con un’operazione di rimozione tatuaggi è sicuramente quello invernale, perché nel periodo del trattamento e nel periodo subito successivo bisogna evitare di esporre la pelle sottoposta all’operazione ai raggi solari. Inoltre è bene sapere che i tatuaggi più vecchi sono più facilmente rimovibili rispetto a quelli nuovi (bisogna aspettare almeno 5 mesi dalla realizzazione di un tatuaggio per poterlo rimuovere), così come quelli compiuti da tatuatori dilettanti, meno elaborati e con tecniche meno sofisticate rispetto ai professionisti.

Rimozione tatuaggi con il laser: come funziona e costo

Laser per cancellare tatuaggi: costi e rischi

Per prima cosa, è fondamentale raccomandarvi di servirvi esclusivamente di servizi offerti da specialisti del settore: diffidate sempre dalle soluzioni low-cost, meglio spendere qualcosa di più per avere la certezza di affidarvi alle mani di operatori esperti in questo campo.

La rimozione tatuaggi è un’operazione che alcuni pazienti definiscono più dolorosa di quella per farsi fare il tatuaggio; si tratta infatti di un fascio di un’emissione di energia sparata direttamente sulla cute e se è utilizzata per un periodo prolungato può essere dannosa per la salute. Il tempo di esposizione ai raggi laser deve essere abbastanza breve per evitare complicazioni, solitamente tra i 15 e i 30 minuti a sessione.

Per quanto riguarda la paura di cicatrici indelebili, non abbiate timore: rivolgetevi ad uno specialista e non incorrerete in questo tipo di problemi. Per essere efficace, la rimozione dei tatuaggi attraverso l’utilizzo del laser va compiuta in più sessioni, intervallate da un periodo di tempo di almeno quattro settimane. Solitamente, per ottenere la rimozione completa di un tatuaggio occorrono dalle 4 alle 6 sedute.

Veniamo infine ai costi: quanto ci costa eliminare un errore di gioventù, un disegno che rappresenta un periodo da dimenticare della nostra vita o, semplicemente, eliminare la sensazione di avere qualcosa di permanente addosso? Per le operazioni laser il costo è di circa 150 euro a seduta, vista la tecnologia sofisticata utilizzata e l’aiuto di esperti. Nella maggior parte dei casi è possibile chiedere un preventivo presso l’istituto a cui vi siete rivolti e un consulto gratuito con un medico specialista.

Altre notizie interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!