Come fare l’amore in gravidanza: i consigli per il papà

Fare l'amore in gravidanza rappresenta ancora, per molti versi, un tabù, spesso infondato. Scoprite con noi quanto sia importante mantenere l'intimità di coppia durante il periodo di gestazione

Come fare l’amore in gravidanza: i consigli per il papà

Fare l’amore in gravidanza è uno dei tabù che non tutti riescono a sfatare. Dopo che lei ci ha annunciato la lieta notizia, in effetti, è normale che la coppia vari le tecniche e soprattutto le posizioni per fare l’amore durante i nove mesi di gravidanza. Non di rado, però, per paura di causare danni al nascituro, capita che la coppia decida di mettere la parola ‘fine’ ai rapporti sessuali, finché ovviamente la madre non partorirà il proprio figlio. Un momento bellissimo, dunque, rischia di trasformarsi in una fase forzata di astinenza per timore di complicazioni nella gravidanza, ma la realtà è ben diversa!

Infatti, il fare l’amore durante il periodo di gravidanza può portare degli indubbi vantaggi psicologici sia alla futura mamma che al futuro papà! Viene a crearsi, infatti, un momento di fondamentale importanza per l’intimità di coppia, creando uno scambio ricco di grandi significati, che consolida l’unione tra i partner e che, perché no, può anche far scoprire delle nuove sensazioni di tipo erotico!

La falsa credenza che durante la gravidanza non si debbano compiere atti sessuali, oltre che una paura concreta per l’incolumità del bambino, è anche un tabù di tipo sociale: alla maternità, al momento in cui la donna porta in grembo il proprio figlio, si tende a non associare una immagine di passione sessuale, per motivi ancora tutti da chiarire. Quindi, in fondo, più che di un problema concreto, fare sesso durante i mesi di gestazione rappresenta più il superamento di un pregiudizio.

Fare l'amore in gravidanza (3)

Si può fare l’amore in gravidanza?

Come già sarete riusciti ad intuire… sì, si può fare l’amore in gravidanza, e molti sessuologi sono anche concordi nel dire che può essere decisamente appagante! In effetti, però, in alcune mamme può capitare di perdere la libido, concentrate come sono (e vorrei ben vedere) sul feto e sul loro nuovo ‘stato’; negli altri casi, però, fare l’amore in gravidanza crea anche nella donna un riscoperto senso di femminilità, un senso di appagamento e di soddisfazione che noi uomini saremo in grado di darle.

Fare l’amore in gravidanza, inoltre, rappresenta la naturale prevenzione ad uno dei problemi più comuni che insorgono nella coppia in conseguenza al parto: la perdita, parziale o totale, dell’intimità che si aveva precedentemente alla gravidanza stessa. Occhio, però, che fare l’amore in gravidanza può essere un concreto pericolo in caso di gravidanza complicata da alcuni fattori, come la minaccia di aborto, di parto prematuro, o ancora di un distacco della placenta. Insomma, i discorsi che stiamo imbastendo in questo articolo valgono in caso di gravidanza senza particolari complicazioni!

Fare l'amore in gravidanza (2)

Pensate che la donna sia l’unica ad ‘inibirsi’ di fronte all’argomento ‘sesso in gravidanza’? Ebbene, vi sbagliate. Da un punto di vista psicologico, anche noi uomini a volte abbiamo una sorta di blocco quando si deve fare sesso con la nostra compagna in dolce attesa: questo avviene sia da un punto di vista fisico (la donna emana naturalmente un senso di delicatezza e di fragilità, quando è incinta) sia da un punto di vista più prettamente psicologico, nel senso che fare sesso con la propria donna in stato interessante può rappresentare quasi un violare la sacralità della maternità; in fondo, però, far sentire ancora la propria partner desiderabile rientra tra i ruoli del futuro papà!

Ancora una volta, quindi, si tratta principalmente di superare un pregiudizio ed un luogo comune. Il fatto è che, oltre ad evitare problemi di coppia (presenti e futuri), l’atteggiamento positivo nei confronti del sesso è, di solito, accompagnato da una maggiore empatia con la nostra compagna, da una vicinanza assoluta e da un consolidamento stesso della relazione, proprio perché si riesce ad entrare in intimità con un’intensità e con una forza mai provate prima!

Anche da un punto di vista medico, la paura di far male al bambino durante l’atto sessuale è del tutto infondata. Esiste una membrana, che prende il nome di cervice, che ha una sorta di funzione da cuscinetto tra l’utero e la vagina, e che protegge il bambino da eventuali urti.

Fare l'amore in gravidanza (5)

A questo punto, la questione principale diventa… quale posizione scegliere? In realtà non ne esiste una maggiormente consigliata delle altre. Il punto nodale della questione è che, in un momento di incertezza per la donna (“mi sento brutta”) e di particolare sensibilità dell’uomo bisogna dare adito a tutte le vostre fantasie erotiche, in maniera tale che, come già detto in precedenza, il rapporto si consolidi e l’intimità di coppia ne esca rafforzata! Sperimentate, dunque, fino a trovare una posizione che possa essere comoda per lei, in particolare per quanto riguarda l’addome, magari utilizzando dei cuscini da mettere sotto il ventre o sotto i glutei, che riescono a facilitare l’atto per entrambi.

Se nemmeno in questo caso siamo riusciti a convincervi del fatto che la penetrazione in sé non comporta alcun rischio per il nascituro, allora ribadiamo il concetto fondamentale: è di vitale importanza non perdere l’intimità con la propria donna durante la gravidanza, perché si potrebbe andare incontro ad una crisi di coppia difficilmente sanabile. E allora, ricordatevi sempre che esistono dei modi alternativi per procurare piacere l’un l’altro: il sesso orale, ad esempio, o ancora la masturbazione reciproca. Insomma, se la vostra preoccupazione è davvero di carattere ‘pratico’, allora ci sono mille e uno modi per non perdere il contatto fisico con la vostra partner: basta abbattere i tabù, e sperimentare le cose in prima persona, prima di farsene un’idea. Non a caso, nel 90% dei casi, questa idea è sempre sbagliata!