Calendari sexy 2016: ecco le rugbiste di Oxford (1 di 5)

Tra le effigi iconografiche più ambite dagli uomini, le rappresentazioni che glorificano la magnificenza della figura femminile – nella fattispecie, omaggiandone le forme senza che vi siano inopportuni indumenti a pretendere di nasconderle – vanno per la maggiore. Insomma, il nudo tira, sempre e comunque. E la frase è chiaramente da interpretarsi in ambedue le sue principali accezioni. Così per onorare a dovere la consuetudine, molte fanciulle -famose o “in cerca”- non si sono fatte pregare, e hanno puntualmente ripagato la trepidante attesa lasciandosi immortalare in tutto il loro splendore.

Perché i calendari sexy sono qualcosa di più rispetto a semplici immagini erotiche: sono una vera e propria tradizione. Ed uno dei più discussi è certamente quello delle rugbiste della Oxford University. Scopriamo subito il perché.