Come scoprire chi smette di seguirci su Instagram. Per Android e iOS

Ci sono periodi in cui i propri follower, su Instagram, crescono in modo vertiginoso, ed altri in cui - altrettanto celermente - calano: ecco come tenere sotto controllo il bilancio di chi inizia a seguirci, o smette di farlo, sulla nota app di photo sharing.

Come scoprire chi smette di seguirci su Instagram. Per Android e iOS

Instagram, l’app per la condivisione delle foto facente parte della famiglia Facebook, continua a crescere in popolarità, tanto che diversi influencer la usano per costruirsi un seguito e, in alcuni casi, una vera e propria professione. In tal senso, chiunque sia iscritto a quest’app avrà ricevuto, almeno una volta, un invito “follow for follow” (io ti seguo se tu mi segui) che, se accettato, consente di far crescere in breve tempo il proprio seguito: il problema, in questi casi, è che molto spesso si tratta di incrementi di utenza soggetti a fluttuazioni, del tutto momentanei:. Ecco, quindi, come scoprire chi ha smesso di seguirci su Instagram.

Per scoprire chi ha smesso di seguirci su Instagram esistono sistemi più semplici ed efficaci dell’andare a controllare, manualmente, chi non risulta più tra le fila dei propri follower: si tratta, com’è facile intuire, di applicazioni di terze parti, disponibili per le più diffuse piattaforme mobili

In ambito iOS, gli utenti di un iPhone o di un iPad possono servirsi dell’app freemium “Instareport”: quest’ultima, nella sua forma gratuita, permette di scoprire diverse cose, tra cui chi sono i migliori amici su Instagram, chi sono i propri fan, chi si comporta da stalker (es. chi visiona le Storie, senza interagire), quale post personale ha avuto più successo (monitorandone anche le performance), oltre a un bilancio dei follower guadagnati e persi.

Più importante di tutto, tale app consente anche di scoprire chi sono i propri amici che hanno smesso di seguirci: tutto ciò, è bene sottolinearlo, è già compreso di default nella versione free di Instareport ma, sottoscrivendo un abbonamento, è possibile disporre anche di ulteriori funzioni che, ad esempio, permettono di aver rapporti (molto più accurati) a cadenza regolare.

Su piattaforma Android, invece, si rivela molto semplice da usarsi l’app “Unfollowers for Instagram”: quest’ultima, gratuita ma con annunci pubblicitari, permette di scoprire (e di liberarci di) chi seguiamo ma non ci segue (unfollow back), chi ci segue vicendevolmente (mutual), chi seguiamo noi (followers), chi ci segue senza che lo facciamo noi (fans), chi ci segue senza interagire con alcun like o commento (ghosts), e – ovviamente – chi ha smesso di seguirci di recente (recent unfollowers). Nel profilo a pagamento di quest’app ci si libera della pubblicità, invero un po’ invasiva e fastidiosa. 

Cosa ne pensa l'autore

Fabrizio Ferrara - Quando si chiacchiera con una persona, via app, è facile capire se continuerà a relazionarsi con noi, o meno: più difficile è intuirlo quando si sia presa l'abitudine di accettare un po' tutti, senza alcun discrimine. In questi caso, può essere lecito avere il sospetto di essere stati un po' "usati": con le app in questione, potremo subito scoprire chi ha appena smesso di seguirci, in modo che ci si possa liberare da questa categoria di utenti un po' "parassitari", poco interessata ad un vero dialogo o a un prolungato scambio di opinioni.

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!