Come ascoltare la radio preferita su device Android e iOS

Le radio, quasi a confermare un vecchio adagio dei Queen, stanno conoscendo una seconda giovinezza, grazie ai device mobili, ed alle relative app multi-piattaforma: ecco una rapida rassegna delle migliori app per ascoltare la radio in streaming mobile.

Come ascoltare la radio preferita su device Android e iOS

Per molto tempo, con l’arrivo di YouTube, la radio è finita lentamente nel dimenticatoio. Tuttavia, in onore ai Queen che – in Radio Ga Ga – cantavano “You’ve yet to have your finest hour” (devi ancora vivere il tuo momento migliore), sono intervenuti gli smartphone che, tramite i moduli FM, e le app, hanno riportato in auge questo grande mezzo di comunicazione. Ecco, a tal proposito, le più utilizzate e famose app per ascoltare la radio in mobilità.

Una delle app più note, in ambito radiofonico, è quella di “Radio 105”, emittente del gruppo Mediaset. Sue sono le 3 trasmissioni più ascoltate (“Tutto Esaurito”, “Lo Zoo di 105″ col compianto Leone di Lernia, e ” 105 Friends”), e suo è il record di radioascoltatori nel quarto d’ora medio (712 mila). Con l’app disponibile nel PlayStore di Android, e nell’App Store di iTunes, è possibile ascoltare lo streaming o il podcast delle trasmissioni, leggere notizie, guardare foto, accedere alle classifiche, e sintonizzarsi sulle web radio tematiche.

Molto attiva è anche “Radio Company”, presente sui social (Facebook e Twitter) e online, con flussi di video e radio streaming. A confermare l’attenzione ai nuovi media di quest’emittente interviene anche l’app mobile, per piattaforma Android e iOS, che permette di accedere ai relativi contenuti in molteplici modi. Grazie a quest’ultima, infatti, il radioascoltatore può gustare lo streaming ed i podcast delle trasmissioni, contattare la redazione (via SMS, mail, telefono), vedere la lista delle canzoni passate in onda, ed ascoltarne un’anteprima, procedendo al relativo acquisto su iTunes. In ottica social, tramite l’app di Radio Company sarà possibile partecipare ai sondaggi, leggere gli ultimi post pubblicati su Facebook e Twitter, vincere in giochi di velocità ed abilità i ricchi premi e cotillon messi a disposizione dagli sponsor. Qualora, poi, siate veramente nostalgici delle vecchie radio analogiche, potrete impostare la vostra radio preferita come sveglia per l’incipiente giornata.

Anche “Radio Deejay” è presente in mobilità, grazie ad un’app disponibile per tablet e smartphone Android e iOS. Nel caso specifico, oltre a poter accedere ai contenuti già presenti nel portale dell’emittente, si potranno ascoltare le trasmissioni live e on demand, accedere a tutte le informazioni (condivisibili) sui pezzi che vanno in onda, e ricevere le notifiche su eventi ed artisti presenti in trasmissione. 

Qualora, però, si volesse una soluzione onnicomprensiva, per ascoltare la radio in mobilità, non possiamo non citare “TuneIn Radio”, sempre disponibile – in forma gratuita – per Android e iOS: grazie all’app in oggetto, l’utente potrà scandagliare l’etere internettiano alla ricerca (tra le 70.000 presenti) della propria radio preferita operando per parametri quali il nome, la vicinanza geografica, la popolarità, la lingua, ed il genere (notizie, sport, musica). Con la versione premium, si ha l’opportunità di bonificare l’app dai banner (mai invasivi), e di poter accedere ad un bouquet sterminato di podcast ed audiolibri

Dal nome complesso, ma dal funzionamento facile, è “myTuner Radio FM Italia”, gratuita ma con acquisti in-app per liberarsi della pubblicità. Una volta installata l’app, sarà possibile effettuare la ricerca di un’emittente tra le 40 mila presenti (oltre 1000 italiane, am, fm, ed online), regolarne (volume) o interromperne il flusso audio, condividendolo tramite le social app installate sul device. A vantaggio dei fanatici del multi-tasking, una menzione d’onore merita la feature che permette di ascoltare il flusso audio in background, nel mentre ci si sofferma su un’altra app o routine. 

Altre notizie interessanti

Cosa ne pensa l'autore

Fabrizio Ferrara - Ascolto molto la radio, sin da quand'ero ragazzo: allora era per "conoscere" la musica, e per tenermi al corrente dell'attualità. Oggi, invece, è per rilassarmi, durante le mie passeggiate, immerso nella natura: facendo di necessità virtù, mi sono informato sulle app radiofoniche più valide, senza dimenticare gli equivalenti mobili delle radio più popolari, per qualità, numero di ascoltatori, e varietà di servizi offerti. Questo è il sancta sanctorum che ne ho tratto per voi.

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!