Come dettare un messaggio testuale su WhatsApp

Inutile negarlo: un po' tutti facciamo uso di WhatsApp per comunicare, viste le sue tante funzionalità utili integrate. Tuttavia, lasciare un messaggio audio al proprio interlocutore non sempre è una buona idea: ecco, quindi, come dettare un messaggio testuale

Come dettare un messaggio testuale su WhatsApp

Una delle funzionalità più comode, in WhatsApp, è quella che consente l’invio di un messaggio vocale, un po’ come quelli che – un tempo – si lasciavano in segreteria telefonica: tuttavia, se tale opzione è comoda per chi invia, non sempre lo è per chi riceve che, in talune condizioni, potrebbe NON essere libero di ascoltare. Ecco, quindi, come rimediare dettando un messaggio testuale in WhatsApp.

I messaggi audio, come accennato, sono molto comodi – in WhatsApp – perché permettono di comunicare con un interlocutore, anche quando non è al telefono, senza bisogno di usare le mani, magari – in un dato momento – impegnate, o bagnate dalla pioggia. Non sempre, però, il nostro interlocutore ha la libertà, e la privacy, idonea a poter ascoltare il nostro audio messaggio e, quindi, sarebbe una buona cosa semplificarsi la vita dettando un messaggio testuale: la cosa, va detto, è possibile, e non richiede passaggi troppo complessi, visto che – indipendentemente dal fatto che si sia su Android, o su piattaforma iOS, le strade sono sempre le medesime.

Dettare in ambiente Android

In questo caso, basta cliccare sul widget di Google Home, collocato nella HomeScreen del device: pronunciando il comando “Ok Google”, l’assistente virtuale di Android si metterà in ascolto, e potremo avvalerci delle procedure di assistenza vocale insite nelle ultime versioni del robottino verde. In particolare, dopo che l’assistente virtuale si sarà messo in ascolto, basterà dichiarare che si vuole inviare un messaggio WhatsApp, perché ci venga chiesto prima il nome del destinatario e, poi, di procedere alla dettatura del messaggio. Concluso il tutto, sentenziando un deciso e ben scandito “Invia!”, avremo completato il nostro compito.

Oltre alla procedura sin qui vista, ve n’è una seconda, integrata direttamente in WhatsApp: per sfruttare questa funzionalità, e procedere alla dettatura di un messaggio, bisognerà iniziare una chat, e far comparire la tastiera virtuale deputata alla compilazione del testo. Nella barra in alto, ove vengono collocate le parole suggerite, è possibile notare l’icona di un microfono, più o meno similare in qualsiasi tastiera si usi (anche di terze parti): premiamola, e potremo dettare il testo del messaggio che, come per magia, comparirà man mano nel form deputato all’invio dei testi di WhatsApp.

Dettare in ambiente iOS

E sugli iPhone? E’ quasi la stessa cosa. Per avvalersi delle procedure di assistenza vocale, basterà premere il pulsante fisico Home e, esclamando “Hey, Siri”, potremo attivare l’assistente vocale in questione che, dopo qualche istante, si metterà in ascolto e, come nel precedente caso, ci chiederà prima il destinatario e poi il contenuto del messaggio testuale whatsuppiano da spedire. Ovviamente, dietro conferma esplicita con un bel “Invia”.

Trovandosi in WhatsApp, vi è qualche leggera differenza, imputabile alle minime variazioni d’interfaccia che la social app ha in ambiente iOS: a schermata di chat aperta, dopo aver fatto comparire la finestra della tastiera virtuale, bisognerà cercare l’icona del microfono, collocata a sinistra della SpaceBar, e – premendola – potremo procedere a dettare il messaggio. Come nel caso si Android, per spedirlo, alla fine, dovremo premere sul pulsante “invio”.

Altre notizie interessanti

Cosa ne pensa l'autore

Fabrizio Ferrara - Devo dire la verità: ho scoperto queste funzionalità solo un paio di mesi fa, quando si iniziò a parlare del nuovo assistente virtuale del Galaxy S8, Bixby. Incuriosito dall'argomento, iniziai a vedere a che livello erano giunte le funzionalità di supporto vocale insite nelle app, e nel sistema operativo del mio smartphone. Qualche anno fa, va detto, simili feature erano orribili, visto lo stato embrionale in cui versavano: oggi, invece, ho notato che, tra i vari compiti assolvibili via voce, quello della dettatura è, di certo, quello che riesce meglio. Questo, unitamente al fatto che le app del gruppo Facebook (WhatsApp, Facebook, Instagram) sono iper usate, può portare ad un certo risparmio di tempo, e di stress, nell'utente che ne fa sovente uso.

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!