Come prenotare un biglietto del treno senza far la coda in biglietteria

Spostarsi in treno è sempre molto stressante: figurarsi, poi, se si è anche costretti a fare la coda in biglietteria, col rischio di perdere la coincidenza. Ecco una serie di soluzioni utili a chi viaggia, per evitare di far la coda nell'acquisto dei biglietti.

Come prenotare un biglietto del treno senza far la coda in biglietteria

Una delle cose più fastidiose, quando ci si sposta spesso – per lavoro, o anche per svago – consiste nel dover fare la fila per comprare i biglietti. In particolar modo quando si rischia di perdere la coincidenza, come nel caso dei treni, la circostanza in questione può divenire in breve esasperante: per fortuna, esistono diversi modi per evitare di fare la coda nel comprare i biglietti ferroviari.

Trainline.eu, soluzione internazionale, anche web based

Una prima soluzione consiste nell’avvalersi dell’app “Trainline.eu”, disponibile per Android e iOS: dopo aver registrato un profilo, grazie a questo tool, sarà possibile impostare una località di partenza, una di destinazione, e precisare l’ora in cui ci si vuole muovere. A questo punto, Trainline eseguirà il confronto tra le varie compagnie ferroviarie che coprono una certa tratta, o che sono presenti in un dato paese (anche all’estero!), e proporrà le varie soluzioni, divise per fasce orarie progressive.

Selezionata quella che fa al caso nostro, e stabilite variabili come il numero di posti, il tipo di confort (poltrona in pelle, più spazio per le gambe, etc), o le opzioni desiderate (Wi-Fi, presa elettrica gratuita), si potrà procedere alla conferma delle scelte fatte, ed al pagamento del viaggio (senza alcuna maggiorazione del biglietto). 

In questo caso, ci si potrà avvalere delle carte di credito, della PostePay, e – persino – di PayPal: una volta comprato il biglietto, se ne avrà a disposizione una copia digitale nell’app, a disposizione del controllore che dovrà scansionarne il codice QR, ed una copia-fattura in email, utile nel caso si debba chiedere un rimborso (fino al 90% del biglietto, oltre i 10 euro di spesa). Da segnalare il fatto che Trainline.eu è presente anche in forma di sito web, circostanza – quest’ultima – utile qualora non si voglia installare in locale la relativa app. 

Orario Treni, ideale per il contesto italiano

Più calibrata sulla realtà italiana, invece, è l’app “Orario Treni”, sviluppata dal programmatore Paolo Conte: l’app in oggetto consente di reperire la miglior corsa, per coprire una data tratta, confrontando le soluzioni proposte da Trenitalia, Trenord, Italo, diverse compagnia locali (es. Ferrovie del Gargano), e persino i servizi di carpooling come BlaBlacar. La versione gratuita dell’app, disponibile per piattaforma Android, permette di impostare varie opzioni (come la tipologia di treno che si vuole escludere, il numero massimo di cambi, o la preferenza o meno per l’alta velocità) e memorizza le eventuali ricerche effettuate in precedenza.

Reperite le soluzioni per una particolare tratta, le propone in ordine cronologico, indicando – con dovizia di particolari – l’orario di partenza e di arrivo, le fermate intermedie, la possibilità di caricare a bordo la bici, e in che carrozza. L’acquisto del biglietto avviene sempre tramite PayPal, ed anche in questo caso, se ne avrà a disposizione una copia digitale in-app, con codice QR per il controllore, e una copia-fattura via mail, da stampare solo in caso di bisogno.

La versione a pagamento di quest’applicativo (più che altro un “unlock” della versione free), oltre a rimuovere la pubblicità, consente di avere a disposizione i widget per la HomeScreen, di avere notifiche su eventuali ritardi delle corse acquistate (potendone cambiare la prenotazione), e di venire informati su eventuali scioperi o comunicati delle compagnie ferroviarie. È anche possibile, in questo caso, condividere i propri orari, ed aggiungere il segnaposto di un dato spostamento all’interno del calendario (da Android 4 in su).  

Altre notizie interessanti

Cosa ne pensa l'autore

Fabrizio Ferrara - Quando mi sono spostato solo occasionalmente in treno, non ho mai pensato di scaricare un'app dedicata alla prenotazione dei biglietti ferroviari: mi organizzavo da casa, prenotando e stampando il tutto. Solo quando sono diventato un pendolare, ho imparato ad apprezzare la comodità di usare app come quelle citate in sede di articolo: prenotare un biglietto mentre si è ancora per strada, diretti alla stazione, sapere per tempo a quale binario doversi dirigere senza dover chiedere niente a chicchessia è un qualcosa di impagabile!

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!