Rassegna delle migliori app per foto-ritocchi artistici "simil Prisma"

Prisma è una delle applicazioni per il foto editing mobile più apprezzate nel panorama Android. Tuttavia, da qualche giorno, non è più sola nel genere ed è accompagnata da diversi "emuli": ecco una selezioni delle app "artistiche" più interessanti del momento.

Rassegna delle migliori app per foto-ritocchi artistici "simil Prisma"

Da qualche tempo, è disponibile – nel PlayStore di Android – l’applicazione Prisma che trasforma le foto in opere d’arte basandosi su un algoritmo gestito, in remoto, da un’intelligenza artificiale. L’app in questione ha avuto un successo che, in molti, paragonano addirittura a quello di Pokémon Go: naturale, quindi, che sian subito nati degli emuli. Eccoli.

La prima app “simil Prisma” di cui parleremo è “Alter – photos into artworks” dove “alter” può stare sia per alter-ego (magari di Prisma), sia per alterazione dell’immagine. L’applicazione in questione consente di trasformare sia le foto scattate sul momento, sia quelle già in Galleria (richieste le autorizzazioni del caso), in base agli stili pittorici di grandi maestri del passato quali, appunto, Cezanne, Picasso, Van Gogh, o – anche – in base ad alcuni effetti (es. smoke) e tecniche pittoriche (mosaic, pencils etc). In alternativa, è anche possibile abilitare uno stile pittorico differente di cui si possa caricare almeno un esempio.

Anche in questo caso, l’elaborazione dell’intelligenza artificiale avviene in remoto, su server esterni, ed anche in questo caso ci vuole tempo, tanto tempo, per ottenere un risultato (poi, condivisibile): in compenso, Alter – almeno – mostra una stima numerica del tempo che potrà occorrere per la rielaborazione dell’immagine. Certo, meno snervante della “clessidra” di Prisma (che, a volte, si azzera!).

Un’altra app, anche questa gratuita per Android (ma disponibile anche per iOS) che si rivolge ai fan di Prisma, è “Lucid” che, rispetto alla precedente ed alla stessa Prisma, è un po’ più veloce nel rielaborare le immagini; anche l’interfaccia è un po’ più scorrevole. Scelta l’immagine da trasformare, infatti, si viene portati nella sezione delle anteprime, dove sarà possibile visionare l’anteprima della medesima secondo i vari stili pittorici supportati (Kandinskij, Picasso, Van Gogh, Gasparini, Tana Lawn, Street Art, Autumn). Optato per uno stile in particolare, si potrà richiedere all’intelligenza artificiale remota di calibrare la nostra immagine secondo quei parametri e, dopo qualche istante (non troppi comunque), si otterrà il risultato che potrà esser salvato in locale o condiviso con contatti e sui vari social. Probabilmente una delle migliori app “artistiche” del genere.

Altre notizie interessanti

Cosa ne pensa l'autore

Fabrizio Ferrara - Mi son divertito a provare ambedue le app e, pur trovandole buone, ho dato la mia preferenza alla seconda di questa coppia perché il sistema delle anteprima mi è piaciuto molto: in sostanza, si può già intuire come verrebbe una data immagine secondo un certo stile pittorico e questo ci aiuta nel non perdere tempo a provarne troppi. Strano che Prisma non abbia pensato ad un'idea così intelligente per far risparmiare tempo a noi e lavoro ai suoi server!

Commenti
Evelin Felice

06 agosto 2016 - 14:27:28

Io non sono molto brava con queste cose...

0
Rispondi
Fabrizio Ferrara

06 agosto 2016 - 17:43:03

Tranquilla: sono app molto intuitive.

0