Windows, Linux, o Mac OS: quale sistema operativo scegliere?

Windows, Linux, e Mac OS, sono, senza ombra di dubbio, i tre sistemi operativi più diffusi. Mettiamoli a confronto cercando di evidenziare i pregi e i difetti di ognuno di essi, per decidere qual è quello più adatto alle nostre esigenze

Windows, Linux, o Mac OS: quale sistema operativo scegliere?

Esistono tantissimi sistemi operativi, ma i più conosciuti sono tre: Windows, Linux, e Mac OS.

Il sistema operativo – spesso abbreviato con i termini SO o OS – è il primo programma che il PC avvia, in modo del tutto automatico, dopo il lavoro svolto dal BIOS.

Grazie al sistema operativo, noi possiamo operare, e svolgere le normali funzioni che ci permettono di utilizzare il nostro PC: non esiste nessun computer (o device in generale) che non abbia un sistema operativo.

Andiamo a vedere le caratteristiche di ogni sistema operativo (almeno dei 3 più noti), onde valutare quale potrebbe essere quello più adatto alle nostre esigenze.

Windows 

È, senza dubbio, il sistema operativo più diffuso in assoluto, e viene distribuito dalla stessa Microsoft: se noi andiamo a comprare un PC, presso un qualsiasi rivenditore, nella stragrande maggioranza dei casi, di default, troviamo installato proprio questo sistema operativo. Uno dei vantaggi da sottolineare è che, grazie alla sua diffusione, la quasi totalità degli hardware e software è compatibile con questo SO e, poi, oltretutto, ha un’interfaccia semplice e intuitiva, quindi molto semplice da usare.

Tra gli svantaggi, il primo in assoluto è che il sistema operativo Windows non è gratuito – prova a verificare la differenza di costo tra un PC che ha installato Windows, ed uno senza sistema operativo –  oltretutto, data la sua enorme diffusione, è il sistema operativo più bersagliato da chi diffonde i virus.

Linux

Esistono tantissime distribuzioni di questo sistema operativo, ma la cosa che le accomuna è che sono tutte gratuite (se si volesse risparmiare, si potrebbe acquistare un PC con SO Linux): oltretutto, Linux risulta essere molto leggero e, a differenza degli altri SO, potrebbe far “risorgere” PC datati, che non riuscirebbero a supportare le “capacità di memoria” richieste dagli altri sistemi operativi (Windows in particolare).

Anche per questo sistema operativo, esiste un’impressionante quantità di software compatibili, che non hanno nulla da invidiare a quelli compatibili con il più diffuso Windows e che, a differenza di quant’avviene in quest’ultimo, sono tutti gratuiti.

Lo svantaggio principale potrebbe essere quello di avere qualche difficoltà ad utilizzarlo (soprattutto per chi è alle prime armi), ma questo solo all’inizio, anche perché – dopo aver capito “il modo di ragionare” di Linux – tale difficoltà viene annullata. Molti sostengono che la sua poca diffusione, rispetto al “concorrente Windows”, sia data proprio da questo: l’utilizzo è meno “elementare” di Windows. Altri sostengono che la diffusione di Linux sia sempre stata “bloccata” dalle stesse case produttrici di PC: infatti, essendo completamente gratuito, hanno preferito “fare accordi” con aziende che facevano pagare il proprio SO (in questo caso Microsoft), installandolo all’origine.

Mac OS

È il sistema operativo della casa produttrice Apple, dedicato esclusivamente ai computer Macintosh. Ha un’interfaccia decisamente più fruibile rispetto agli altri due e, inoltre, è meno soggetto a virus, ed a potenziali problemi di stabilità.

Uno degli svantaggi che non va trascurato – in questo caso – è che, per questo sistema operativo, esistono solitamente meno programmi rispetto agli altri sistemi operativi, anche se bisogna ammettere che, soprattutto negli ultimi periodi, la differenza si è veramente ridotta, come anche i potenziali problemi di compatibilità, che potevano sorgere tra i diversi sistemi operativi.

A questo punto quale sistema operativo scegliere per il proprio computer?

Non esiste una risposta univoca. Essa cambia in base alle proprie esigenze e – cosa da non sottovalutare – in base al proprio budget: se vuoi avere un computer funzionale e “di facile utilizzo“, usa il sistema operativo Windows, se il tuo budget è ridotto e comunque non vuoi compromettere le performance del tuo computer (anzi, in molti casi, le migliori), usa Linux, se invece hai un budget sostanzioso e cerchi l’affidabilità e la fluidità, il SO consigliato è Mac OS (anche se, come detto, adatto esclusivamente per Macintosh).

Altre notizie interessanti

Cosa ne pensa l'autore

Francesco Pezzuto - Personalmente, sul mio PC, ho installato due sistemi operativi: Windows e Linux. Utilizzo Windows perché, data la sua diffusione, è molto più semplice trovare programmi adatti alle esigenze che si vengono a creare: al contrario, quando cerco velocità e "sicurezza", utilizzo Linux. Devo ammettere che, comunque, nonostante tutto, i programmi che girano sotto Windows - quasi sempre - sono identici a quelli reperibili per Linux. Il mio consiglio personale? Non abbandonare del tutto Windows, ma cercare di focalizzarsi su Linux. Considerazione finale: se gli enti pubblici - tutti - utilizzassero Linux (ed alcuni lo fanno), i costi, per noi contribuenti, si ridurrebbero sostanzialmente.

Commenti
Fabrizio Ferrara

17 gennaio 2017 - 13:16:51

Proprio vero quel che dici su Linux: l'ho installato su un vecchissimo Acer che è tornato a nuova vita: niente di trascendentale, però, almeno, è utilizzabile di nuovo. Mentre, prima, era semplicemente da rottamare.

0
Rispondi