Dolore ai testicoli: le cause più comuni ed i rimedi

Non bisogna mai sottovalutare il dolore ai testicoli: a causarlo potrebbe essere un semplice trauma, ma le patologie possono essere in realtà diverse, anche molto gravi. Ecco a voi cause e rimedi in caso di fastidi

Dolore ai testicoli: le cause più comuni ed i rimedi

Non di rado, agli uomini, capita di avere dolore ai testicoli e, vista la zona alquanto delicata, molto spesso la preoccupazione aumenta. A volte, inoltre, il dolore (o il fastidio, a seconda dell’intensità), coinvolge anche il basso ventre o entrambe le zone, e le occasioni in cui l’uomo prova questo disturbo possono essere molteplici: si può avere dolore ai testicoli dopo il rapporto, così come dolore ai testicoli durante l’astinenza, ma le situazioni in cui questo spiacevole episodio possono presentarsi sono davvero tante.

In alcuni casi, il dolore può portare ad un testicolo gonfio o anche all’ingrossamento di entrambi. Come ogni disturbo del nostro corpo, le cause possono essere diverse, dalle più leggere alle più gravi (come, ad esempio, il tumore ai testicoli) e, ovviamente, in base alla natura ed all’intensità del dolore testicolare, vi sono dei rimedi per ogni eventualità.

Ovviamente, in questo articolo tenteremo di darvi qualche ‘dritta’ sul tipo di disturbo che potreste avere (se di disturbo si tratta, beninteso), ma il consiglio che ci sentiamo di darvi è, senza ombra di dubbio, quello di consultare il medico non appena ne avvertiate la necessità; chiaramente, dalla tempestività del vostro ricorso al dottore può dipendere anche l’efficacia della cura!

Dolore ai testicoli: le cause più comuni ed i rimedi

Dolore ai testicoli: ecco le possibili cause

A volte, agli uomini capita di accorgersi del dolore ai testicoli dopo erezione prolungata, ma le cause di questo dolore sono spesso di natura infettiva, come nel caso dell’orchite, che comporta un rigonfiamento di uno o di entrambi i testicoli, nella gran parte dei casi, dovuta ad una infiammazione dell’epididimo, motivo per il quale si può parlare anche di epididimite e di orchi-epididimite.

Ma cos’è l’epididimo? Si tratta del ‘tubo’ che viene attraversato dagli spermatozoi prima di fuoriuscire, e per questo motivo, quando si è affetti da questo disturbo, si prova dolore ai testicoli se non si eiacula, poiché in quel caso l’infiammazione diventa decisamente più evidente. Spesso, tale infezione è portata dalla clamidia, o meglio dal batterio Chlamydia trachomatis, che si contrae esclusivamente per via sessuale.

Quando, invece, l’uomo sente dolore ai testicoli e basso ventre, molto probabilmente si può trattare di una semplice ernia, soprattutto nel caso in cui il soggetto abbia dolore ai testicoli e inguine, che risulta decisamente ingrossato rispetto alla norma poiché parte dell’intestino è scivolato all’interno dello scroto.

Altro tipo di problema che può rendersi evidente con un dolore ai testicoli durante l’eccitazione è quello della varicocele, che consiste in un allargamento delle vene nella zone testicolari. Un’altra causa di dolore testicolare può essere anche la presenza di calcoli renali, di infiammazione della prostata e di neuropatie, anche se questo è il caso più raro.

Sono tante le cause del dolore ai testicoli: è sempre bene consultare un medico

Un caso particolare, invece, è quello che riguarda la torsione testicolare, che è molto comune nei bambini nei primi mesi di vita e tra i ragazzi tra i 12 e i 18 anni. La torsione testicolare consiste in una sorta di rotazione del testicolo attorno al proprio asse; infatti, più che di torsione testicolare, da un punto di vista medico sarebbe più corretto parlare di torsione del funicolo spermatico, che rappresenta il collegamento dell’inguine con il testicolo: la conseguenza della torsione del funicolo spermatico porta, poi, ad una torsione del testicolo, le cui conseguenze non vanno assolutamente sottovalutate. Se non curata per tempo, infatti, la torsione testicolare può portare all’atrofia del testicolo.

Di tutt’altra natura, ovviamente, è il dolore ai testicoli provocato da un trauma o, caso ancora più banale, dalla costrizione di un indumento troppo stretto. A differenza delle altre cause di cui abbiamo parlato in questo paragrafo, infatti, il dolore in questi casi è intenso sin da subito e fortunatamente svanisce nel giro di pochi minuti. Se il colpo subito è particolarmente violento, però, questo può anche portare ad un ematocele, una raccolta di sangue che circonda il testicolo.

Il caso più grave che, se non curato per tempo, può anche portare all’asportazione del testicolo, è il tumore testicolare il quale, purtroppo, nella maggior parte dei casi è asintomatico.

Dolore ai testicoli dopo un trauma: se compare l'ematocele consultare un medico

Rimedi per il dolore ai testicoli

Come per ogni problema del nostro corpo, anche nel caso del dolore ai testicoli la migliore cura è la prevenzione. Come abbiamo detto, infatti, il caso più grave di dolore ai testicoli (il tumore testicolare) è molto spesso asintomatico: un controllo periodico del nostro medico aiuterà di certo a tenere la situazione sotto controllo! Un’altra delle raccomandazioni che ci sentiamo di fare, per le patologie legate ai testicoli ma non solo, è quella di usare il preservativo, che previene le malattie veneree legate alle patologie citate poco sopra, ma anche diverse altre malattie dalle quali è meglio stare alla larga!

Per quanto riguarda i traumi subiti ai testicoli, prevenire è possibile, a parte ovviamente i casi in cui si tratti di trauma inaspettato e accidentale; in realtà, alcuni sport (specialmente quelli di contatto), incrementano la possibilità di subirne uno. E’ bene, se si pratica uno di questi sport, dotarsi di sospensorio, che serve proprio ad attutire gli urti ai testicoli.

Visita andrologica: la soluzione ideale per la salute dei testicoli

Come abbiamo detto e ridetto, però, in caso di dolore il primo rimedio deve essere quello di consultare il proprio medico (anche quello di base), soprattutto in caso di torsione testicolare che, se non curata per tempo, può portare all’atrofia del testicolo ed all’infertilità. A volte, in casi come questo è anche necessario un intervento chirurgico, che nella stragrande maggioranza dei casi risolve il problema in maniera efficace.

Nei casi di infezione, dopo aver consultato il medico, quest’ultimo quasi sicuramente vi darà un antibiotico ma, soprattutto in casi di traumi, è importante applicare subito del ghiaccio sullo scroto o, in caso di dolore acuto, anche degli antidolorifici; in ogni caso, in attesa dell’intervento del medico, è consigliabile rimanere sdraiati, con un asciugamano sotto lo scroto.

Altre notizie interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!