Barba incolta: a chi sta bene e consigli per curarla

La barba incolta è una nuova tendenza che dona un tocco di virilità. Incolto, però, non è sinonimo di trasandato: vediamo insieme come "curare" la barba per uno stile incolto perfetto ed affascinante

Barba incolta: a chi sta bene e consigli per curarla

La barba, lunga o corta, va curata. È questione di stile. La barba valorizza, distingue e contraddistingue gli uomini, gli uni dagli altri. Le forme e la lunghezza cambiano e c’è anche chi preferisce lasciare la barba incolta e farla crescere in modo naturale e selvaggio. Ci sono però delle cose da sapere.

Oggi, questo stile fa tendenza ed è scelto da tantissimi uomini. Tuttavia, lasciarla incolta non vuol dire trascurare il proprio aspetto. Tutt’altro. La barba va curata e rasata periodicamente per evitare di apparire, specialmente davanti all’altro sesso, come un uomo trasandato. È un errore pensare che questo stile consiste nel lasciare crescere casualmente e a dismisura i peli del viso.

Specialmente all’inizio, sarà utile la manualità e l’esperienza di un professionista: il barbiere. Mentre opera potete comprendere come sfoltirla, nei punti giusti, quando è necessario. Eviterete di creare un effetto trasandato e tagli inadeguati e poco apprezzabili.

Avere la barba incolta non vuol dire trascurare il proprio look: bisogna curarla ogni giorno

Avere la barba incolta non vuol dire trascurare il proprio look: bisogna curarla ogni giorno

Barba incolta ma non per tutti: a chi sta bene?

La barba dona all’uomo personalità, fascino, intraprendenza e mistero. È simbolo di mascolinità, virilità, sessualità e di sensualità. Contraddistingue l’uomo Alfa, l’uomo dominante. Cosa più importante: le donne impazziscono per gli uomini con la barba perché donano allo sguardo un fascino particolare. La barba, quindi, può diventare un nostro alleato per la conquista.

Su un viso ovale o rotondo, per esempio, la barba incolta permette, se curata e fatta bene, di allungare il viso. Soprattutto per gli uomini che hanno qualche chilo di troppo, la barbetta incolta creerà un effetto spigoloso. L’occhio cadrà sul mento, nella zona del pizzetto.

Lo stile incolto, ma curato, sta bene anche all’uomo con il viso oblungo. Questa tipologia di viso è caratterizzata da una forma allungata e sottile evidente anche su fronte e mento.

Si adatta anche all’uomo dal volto squadrato o quadrato. Questa tipologia di viso è caratterizzata da una mascella molto pronunciata; per questo motivo quando si parla di barba il taglio richiede particolari attenzioni.

Consigli su come curare la barba incolta

La barba, qualsiasi stile e forma decidiate di dare deve essere curata. I peli sul viso non crescono tutti allo stesso modo e con gli stessi tempi. Inoltre, quando non è curata si nota. I peli, infatti, sono senza forma, danno fastidio e prurito. La barba non curata non è apprezzata neanche dalle donne. Quale donna vorrebbe essere baciata e punta allo stesso tempo?

Anche lo stile incolto necessita di cure

Anche lo stile incolto necessita di cure

La barba va regolata o rasata periodicamente. Dopo massimo 3 giorni è fondamentale decidere se prendere in mano il rasoio e radere tutto o curarla e farla crescere. Perché negarlo? Questo tipo di look non è facile da gestire e curare. Se non siete abituati allo stile incolto è consigliabile, almeno per le prime volte, farsi aiutare da un barbiere.

Ciò a cui bisogna prestare particolare attenzione è eliminare tutti quei peli che escono fuori dalla massa. Fate attenzione anche a spuntare basette, baffi e peli sul mento.

Quali strumenti usare

Per facilitare il compito della rasatura, se non volete andare dal barbiere, potete acquistare un regolabarba. In commercio ne esistono di diversi tipi, funzioni, accessori e prezzi. L’unica cosa da fare sarà regolare la lunghezza del taglio.

Altri alleati per la cura della vostra barba sono spazzola, cera e, ovviamente, le forbici. La spazzola, infatti, vi aiuterà a dare la giusta direzione ai peli del viso mentre le forbici taglieranno dove necessario. Infine, la cera va utilizzata sulla barba e baffi che superano i 5 mm; la sua funzione è quella di evitare che il pelo si arricci o prenda direzioni errate. Anche l’olio da barba non dovrà mancare nel vostro kit.

Le prime volte lasciatevi consigliare dal barbiere per gestire la vostra barbetta incolta

Le prime volte lasciatevi consigliare dal barbiere per gestire la vostra barbetta incolta

Barba incolta: si cura allo stesso modo?

Nel viso ovale o rotondo è importante tenere la barba incolta ai lati e curare la zona del pizzetto. Definite bene, in modo particolare, la barba intorno alla bocca e sul mento.

Il segreto per un effetto incolto ma curato sul viso oblungo è cercare di dare alla barba una forma omogenea tra basette, guance e intorno alla bocca. In questo caso, si può optare tranquillamente sia per barba con pizzetto che per baffi.

Il consiglio per l’uomo dal volto squadrato è tenerla incolta ma corta e sempre curata. Bisogna evitare di accentuare o creare spigolosità che possono allargare ulteriormente il viso. A tal fine, la barba si deve arrotondare ed evitare di lasciarla incolta sui lati. Bisogna puntare sul mento.

Continua a leggere su Fidelity Uomo
Il nostro network