Chiedono alle ragazze di cavalcare la macchina del “piacere” per beneficenza: la scena esilarante!

Fanno uno scherzo a delle ragazze: chiedono loro di cavalcare una Sybian, nota come la macchina del "piacere". Quello che accade è davvero esilarante. GUARDA IL VIDEO SOTTO

Chiedono alle ragazze di cavalcare la macchina del “piacere” per beneficenza: la scena esilarante!

I tre ragazzi che stanno dietro al canale YouTube noto come “Simple Pickup” sanno bene quale genere di video e di scherzi piace al pubblico e ai circa 3 milioni di utenti che li seguono ormai da tanto tempo.

Stavolta però, hanno deciso di realizzare qualcosa di esilarante ma allo stesso tempo con uno scopo nobile e benefico che vede protagoniste le donne su due fronti.

Gli autori del video, infatti, vorrebbero chiedere ad alcune ragazze di salire sulla Sybian, una sorta di toro meccanico con un particolare dispositivo che ne fa una vera e propria macchina del piacere femminile.

Normalmente le donne non avrebbero accettato le richieste di questi ragazzi che però sono stati abbastanza convincenti promettendo alle ragazze una donazione di 5 dollari per ogni secondo che sarebbero rimaste sulla Sybian ad un’associazione contro la circoncisione femminile.

La solidarietà femminile, si sa, è una delle forze più grandi della natura ed è per questo motivo che tante ragazze hanno deciso di accettare la sfida: il risultato è davvero esilarante e non potrà che strapparvi un sorriso.

I ragazzi hanno poi mantenuto la promessa ed hanno deciso di devolvere i fondi raccolti all’associazione Orchid Project che lotta ogni giorno contro alcune pratiche cruente e barbariche che vengono ancora messe in atto ogni giorno.

Altrettanto interessante sarà vedere l’esibizione di una ragazza che fa ginnastica in giardino. Questa donna, una famosa atleta australiana, sa come catalizzare su di sé l’attenzione del pubblico maschile e decide di fare il suoi esercizi acrobatici indossando solo un costume da bagno.

I suoi video, stati sul suo profilo Instagram, sono diventati letteralmente virali e di basterà guardarne anche solo uno per comprenderne il motivo.