Calibrazione batteria Android: ecco la procedura da seguire

Per quanto ci si impegni con i dovuti accorgimenti, le migliori app, le migliori ottimizzazioni, uno smartphone Android non arriverà mai a fine giornata e ci lascerà a piedi ben prima divorato dalle esigenze energetiche delle se mille funzioni e componenti. A volte può essere utile, come estrema soluzione, procedere alla calibrazione della batteria android: nel caso vada bene, lo smartphone Android in vostro possesso potrebbe riguadagnare l'autonomia dei giorni migliori. Beh, quasi.

Calibrazione batteria Android: ecco la procedura da seguire

Calibrazione batteria android: tre termini che faranno paura ai meno esperti del settore ma che hanno un significato molto semplice. E’ estremamente difficile che le batterie degli smartphone di oggi riescano a portarci oltre la fine giornata. Il motivo è presto detto: l’evoluzione delle funzioni dello smartphone e delle sue specifiche punta sempre più verso l’alto mentre l’innovazione delle batterie procede molto, molto lentamente.

Insomma le batterie non stanno dietro le mille diavolerie che annoverano gli smartphone moderni. Risultato? Dobbiamo munirci di power bank, di alimentatori da ricarica rapida ed attuare mille ottimizzazioni (es. disinstallare l’app di Facebook) per gestire al meglio la batteria e la sua autonomia: in genere si tratta di ottimizzazioni attuate lato software grazie ad applicazioni che si limitano a chiudere le app che si avviano in background.

A volte, qualche app più evoluta si occupa anche di ripulire la RAM e di attuare altri piccoli accorgimenti (calo della luminosità del display, blocco della sincronizzazione) che possono far durare di più la batteria degli smartphone Android.

Calibrazione batteria Android
Esistono due procedure per calibrare la batteria di uno smartphone android, con o senza root

Calibrazione batteria Android: la procedura da seguire

Come funziona, nello specifico, la batteria di un device Android e perché tanto spesso dura poco? Cerchiamo di far luce su questo mistero prima di proporre delle soluzioni. La batteria nei terminali Android fa affidamento ad il file chiamato “Battery stats” che indica la capacità di carica della batteria e che ci avverte di quanto è sul punto di scaricarsi troppo: qualora tale file sia corrotto, lo smartphone ci segnalerà che è a corto di energia (e si spegnerà) prima che la carica sia effettivamente esaurita, oppure farà risultare una carica al 100% quando ancora ci sarebbe da ricaricare lo smartphone. Ecco, la calibrazione della batteria Android serve proprio ad ovviare a tali problematiche: come? Siamo qui per questo.

Come calibrare la batteria android senza root

Un primo metodo per capire come calibrare la batteria android, senza la necessità del root di sistema, consiste nel lasciar scaricare del tutto la batteria di uno smartphone al punto che, premendo il pulsante d’accensione, quest’ultimo non dia segni di vita. Mettiamo in carica il device sino a che raggiunga il 100% e, poi, aspettiamo 1 o 2 ore tenendolo in carica.

A questo punto, stacchiamolo dall’alimentatore ed estraiamo la batteria (se possibile) per 10 o 20 minuti (altrimenti, lasciamolo spento per lo stesso lasso di tempo). Ora accendiamo il device Android e osserviamo la percentuale di carica della batteria: se è già sotto il 100%, la procedura va ripetuta. Diversamente, la calibrazione ha avuto successo.

Calibrazione batteria Android
Calibrazione batteria Android: è una procedura che stressa la batteria, quindi va fatta solo in casi estremi

Calibrazione batteria android con root

Nel caso, invece, abbiate ottenuto i diritti amministrativi, il root, sul vostro device Android, calibrare la batteria android è una procedura che passa attraverso l’uso di un’app, “Battery Calibration” (https://goo.gl/ca0cmY). Una volta installata l’app, mettete in carica lo smartphone Android ed attendete che arrivi al 100% di carica: ora avviate l’app in questione e annotatevi il valore mV vicino alla percentuale di carica.

Se notate che continua a salite, continuate a tener collegato il device all’alimentatore. Quando il valore in mV smetterà di salire, è fatta. Premete il pulsante “Battery Calibration” e riavviate il device: dovreste aver riparato il file Battery Stats di Androi ed aver ultimato la calibrazione della batteria android.

Calibrare la batteria di uno smartphone android è una prassi che stressa un po’ la vostra batteria e, quindi, va attuata solo come extrema ratio in casi di emergenza, se – per esempio – volete evitare di cambiare la batteria.