Come trovare l’anima gemella, a suon di applicazioni

Il tempo stringe: domani è San Valentino e siete ancora single? Ecco una serie di applicazioni, gratuite e multi-piattaforma, che potranno aiutarvi nel trovare l'anima gemella. A suon di chat, e match, anche per chi ha gusti molto, molto difficili...

Come trovare l’anima gemella, a suon di applicazioni

Ok: di tempo ne manca poco per San Valentino ma, forse, facciamo ancora in tempo a trovare l’anima gemella. Nella peggiore delle ipotesi, potremo organizzarci per passare in compagnia almeno il 14 Febbraio del prossimo anno: ecco, quindi, una serie di simpatiche applicazioni per trovare la persona giusta, a volte in base alla condivisione degli interessi più particolari.

Quando si tratta di applicazioni per conoscere altre persone, è impossibile non fare riferimento a “Tinder” (free per Android e iOS) che ha ispirato, nel funzionamento, diverse altre app di settore: in pratica, ad app aperta, non dovremo far altro che approvare, o bocciare, le varie foto/profilo che ci verranno proposte. Nel caso di un gradimento reciproco, sarà “match”, e si potrà chattare.

Seconda in classifica, sempre multipiattaforma, è “Happn”, una curiosa app basata sulla geolocalizzazione: con GPS attivo, Happn traccia i nostri spostamenti e, dopo un po’, ci mostra altri utenti della piattaforma che, inconsapevolmente, si trovavano nei nostri paraggi, in un dato momento, e in un dato luogo. Scorrendone il profilo, sarà possibile valutare possibili affinità, e decidere di avviare una chat, sempre che l’altra persona sia disponibile. Ricordate la storia del ragazzo milanese che aveva intravisto la sua anima gemella, alla fermata del tram, e che l’ha ri-cercata online, con tanto di sito Web? Ecco, Happn vi eviterà questo tormento, conducendovi al lieto fine. 

Nel caso, però, si voglia operare una ricerca più “mirata”, è possibile usare applicazioni che basano i match sulla base della condivisione degli interessi. A tal proposito, “Bristlr” (free per Android e iOS), si propone di mettere in contatto i portatori sani di barba, con le gentili donzelle ansiose di stropicciare i moderni boscaioli, o apprendisti Babbo Natale. 

Ovviamente, è importante che il proprio partner ami anche il nostro animaletto domestico: in tal senso, “Twindog” (sempre gratis e multipiattaforma) permette di incrociare dei profili nei quali ci si presenta assieme al proprio amichetto peloso: se è passione a 4 occhi, qualcosa sboccerà. Quanto meno una chat.

“Salad Match” e “Gluten-Free Singles”, gratis per le maggiori piattaforme operative, si propongono di far incrociare gli amanti delle insalate, e di un tipo specifico delle medesime, o quelli che presentano l’intolleranza al glutine: accorgimenti utili per evitare che l’uno mangi carne in presenza di un vegetariano, o che la pizza a forma di cuore – mangiata in due – abbia spiacevoli epiloghi.

Ci sono, poi, anche persone che vogliono restringere la ricerca della persona giusta al proprio, specifico, ideale di partner. “Farmers Only” (free, per Android e iOS) fa incrociare i possidenti terrieri, i fattori di una volta, con le aspiranti cowgirls, o viceversa, le emule di “Donna Francisca” (de “Il Segreto”) con i novelli cowboy de noantri.

Anche i ricchi piangono, diceva una celebre soap anni ’80, ed è vero, visto che non sempre riescono a trovare l’anima gemella: per aiutarli in questa titanica impresa, esiste “Millionare Match”, la prima app al mondo nell’unire persone di successo, e facoltose. Buona “fortuna”.

Vogliamo negare le gioie del cuore ai brutti? Giammai. Per dare una mano a chi è stato sfavorito dalla natura, esiste la web-app “The Ugly Bug Ball”, molto diffusa nei paesi anglofoni e nel Sud America: cosa volete che sia una barriera linguistica in confronto alla prospettiva di far, finalmente, coppia? 

Fabrizio Ferrara

Cosa ne pensa l'autore

Fabrizio Ferrara - Dunque, stavo facendo il conto del tipo di app - tra quelle elencate in sede di articolo - che potrei installare sul mio smartphone: credo di poterne saltare un paio, poi dovrei averle più o meno tutte. Esagerazione? E chi può dirlo: magari anche le vie di Cupido sono infinite, e telematiche. Scherzi a parte, con le persone che - oggi - sono sempre più chiuse in se stesse, chine sui propri terminali mobili, perché non usare anche quest ultimi per trovare la persona giusta, quella per la quale - finalmente - poggiare sul comodino il proprio top di gamma, onde dedicarsi a più piacevoli attività?

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!