Come vedere Netflix (e non solo) su televisioni non smart

I servizi di streaming come Netflix, Infinity, DAZN, hanno un ruolo sempre più importante nell'home entertainment, ma non tutti hanno tv nuove con connessione ad internet e non è così gratificante vedere una serie TV o una partita di calcio su un telefonino.

Come vedere Netflix (e non solo) su televisioni non smart

Ci sono ormai molti metodi per vedere i servizi di streaming, anche senza essere in possesso di una nuova smart TV. Di seguito un elenco in ordine sparso di alcuni di questi metodi: ogni metodo ha pregi e difetti legati a costi, comodità, semplicità ed “impatto estetico“. 

Il primo metodo più semplice e meno dispendioso (se si possiede già un PC) è quello di collegare semplicemente il proprio PC al televisore tramite un cavo HDMI, lo stesso si può fare con tutte le “moderne” console di gioco (PlayStation e Xbox). Vantaggi: economico, velocità, possibilità di connettersi via cavo. Svantaggi: ingombro, non si può comandare tutto dal telecomando, ma tramite gli strumenti del PC

Il secondo metodo è forse quello che permette il giusto compromesso tra comodità, facilità di utilizzo ed economicità. Si tratta di utilizzare dei piccoli apparecchi (poco più grandi di una chiavetta USB) da attaccare alla presa HDMI del televisore, questi apparecchi possono venire poi comandati da appositi telecomandi o direttamente dal cellulare. I più famosi ed utilizzati sono Google Chromecast ed Amazon FirestickVantaggi: economico, piccolo ingombro ed impatto estetico. facilità di utilizzo. Svantaggi: necessaria rete Wi-Fi e avere uno smartphone con le app installate che trasmettano alla TV

La terza soluzione è quella più interessante per chi ama smanettare un pochino e per chi vuole avere un vero e proprio media center connesso al televisore. Si tratta degli Android TV Box (es. Xiaomi Mi Box S): sono microcomputer che si connettono direttamente al televisore tramite cavo HDMI ed alla rete internet tramite Wi-Fi o cavo. Al loro interno hanno un software del tutto simile ai tablet con in aggiunta app (tipicamente Kodi) che permettono un facile utilizzo di tutte le altre app multimediali, di connettersi a streaming online, ascoltare musica e tante altre cose.

Il costo degli Android TV Box è un po’ più alto rispetto alle soluzioni precedenti, ma con la giusta dose di curiosità, permettono veramente di non aver più bisogno di nient’altro per l’intrattenimento domestico. Normalmente vengono forniti con un apposito telecomando per gestirne tutte le funzioni. Vantaggi: personalizzabile, espandibile (tramite HD esterno o connettendoli ad altri apparati di rete). Svantaggi: curva di apprendimento più ripida, costo maggiore. 

Ci sono sicuramente tante altre possibilità non elencate espressamente (ad esempio le AppleTV e il decoder TimVision), ma tendenzialmente ricadono tutte nei casi descritti o presentano difficoltà elevate nella configurazione.