Hold è l’app che ti ricompensa per non usare lo smartphone

L'app Hold è rivolta principalmente agli studenti per limitare le distrazioni durante le ore di lezione. Non ancora presente in Italia, sembra che l'intenzione degli sviluppatori sia quella di abilitare l'app a livello globale.

Hold è l’app che ti ricompensa per non usare lo smartphone

Hold è un’app creata da tre studenti della Copenaghen Business School, e ha avuto un grosso successo. Basti pensare che nei primi tre mesi di vita, è già stata scaricata da un quarto degli studenti norvegesi. Quest’app, che invita a non utilizzare lo smartphone, ricompensa con sconti o buoni acquisto in base al tempo in cui si riesce a non utilizzare il cellulare. 

Ad investire su tutto ciò è un’app che vuole aiutare i giovani, ma anche i meno giovani che dipendono in maniera eccessiva dal proprio smartphone.

Vediamo come iscriversi

Come tutte le app bisogna andare nel Play Store dello smartphone e scaricarla. Una volta scaricata, è necessario iscriversi con il proprio account Facebook, attivarla, e smettere di usare lo smartphone. A quel punto, inizia a partire un timer che, con il passare del tempo, segna dei punti e, più il tempo passa, più i punti aumentano. Se ne guadagna uno ogni venti minuti di inattività, e l’app funziona sia su Android che su iOS.

Quanto si guadagna

Per ogni minuto trascorso lontano dal proprio smartphone, si attiva un timer e, per ogni venti minuti senza toccare il display, vi arriverà un punto. Più tempo si passa senza utilizzare lo smartphone, più punti si guadagnano, e più sconti o buoni si possono ottenere. Non si riceve denaro, ma sconti e buoni da poter utilizzare sulla stessa app o sul marketplace associato, dal quale si possono acquistare libri, servizi, biglietti per il cinema a metà prezzo, o anche caffè gratis, prodotti col marchio Coca Cola, e molto altro.

E l’app come guadagna?

Se chi si disintossica dallo smartphone guadagna smettendo di usare il cellulare, l’app a sua volta guadagna grazie alla promozione dei prodotti. In poche parole i marchi pagano l’applicazione Hold per poter entrare nell’app, farsi pubblicità, e vendere i loro prodotti.

Paola Assandri

Cosa ne pensa l'autore

Paola Assandri - Molti sono i pareri contrastanti riguardo all'utilizzo di questa applicazione. C'è chi l'apprezza e chi la disprezza, pensando di fregarla utilizzando un altro smartphone di scorta. Personalmente, penso che sia una buona trovata, specialmente per chi spesso viene distratto dall'utilizzo dello smartphone. Per cui, ben venga questa idea.

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!