Perché le lettere sulle tastiere non sono in ordine alfabetico? (1 di 2)

Perché le lettere sulle tastiere non sono in ordine alfabetico?

il problema della disposizione delle lettere sulle tastiere si pose fin dai tempi più antichi quando vi fù l’esigenza di ottimizzare e migliorare le tastiere delle macchine da scrivere. Nel 1873 Christopher Sholes trovò una soluzione: fu allora che nacque la tastiera qwerty. Ma perché questa disposizione delle lettere? In questo articolo indagheremo a fondo su questo tema e vi illustreremo in maniera chiara ed esaustiva il motivo per cui le lettere sono disposte in un certo modo sulla tastiera. Resterete molto sorpresi di scoprire l’evoluzione storica legata a questo aspetto a cui molte persone spesso prestano poca attenzione.

Perché le lettere sulle tastiere non sono in ordine alfabetico?

Le prime macchine da scrivere erano state costruite con i tasti riportanti le lettere in ordine alfabetico però con il tempo ci si rese conto che la disposizione non era affatto comoda né funzionale e rallentava di molto la scrittura. Serviva un’altra soluzione. Bisognava escogitare una strategia in grado di agevolare e velocizzare al massimo il processo di scrittura.

Vi sono stati diversi tentativi prima di arrivare all’attuale standard diffuso in tutto il mondo ed è ormai difficile da cambiare. In passato la tastiera DVORAK ha dato del filo da torcere alla QWERTY ma alla fine ha vinto quest’ultima. Nel corso degli anni infatti, è riuscita a conquistare quote sempre maggiori di mercato e alla fine si è imposta in maniera assoluta.

Perché le lettere sulle tastiere non sono in ordine alfabetico?