Pokémon GO: guida ai Pokémon dal numero 16 al numero 28

Nei tredici Pokémon presi in analisi, troveremo il Pokémon più famoso al mondo, Pikachu. Non c'è solo lui di interessante, perché ci sono anche vari mostri tascabili molto utili nel mondo di Pokémon GO.

Pokémon GO: guida ai Pokémon dal numero 16 al numero 28

Continuiamo l’esplorazione del mondo dei Pokémon di Pokémon GO presentando (oltre alle prime) altre tredici creature di indubbio interesse. Partiamo dal numero 16 del Pokédex, Pidgey, il quale è uno dei Pokèmon più comuni: è molto utile per evolverlo e guadagnare Punti Esperienza. Per farlo, bastano solo 12 caramelle, quindi è sufficiente catturare solo 4 Pidgey per evolverlo in Pidgeotto. 

Il numero 17 è Pidgeotto, forte Pokémon di tipo volante, che può sfiorare i 1.000 Punti Lotta, il quale si evolve in Pidgeot, numero 18, molto potente in quanto può combinare attacchi molto interessanti in volo (come Tifone e Turbine).

Al numero 19 del Pokédex c’é Rattata, altra creatura comunissima e facile da evolvere, che si trasforma nel mostro numero 20, Raticate, un grosso topo dotato di discrete mosse offensive e di buona resistenza: è molto utile per i giocatori all’inizio del loro viaggio nel mondo di Pokémon GO, per la sua immediatezza nell’evoluzione e le sue buone doti in battaglia.

Il numero 21 è Spearow, un piccolo rapace volante dotato di attacchi di base. Spearow si evolve nel Pokémon numero 22, Fearow, un altro rapace volante di grandi dimensioni il quale dispone di attacchi aerei potenti (come Aeroassalto e, soprattutto, Perforbecco). Fearow è molto forte contro i Pokémon di tipo terra, coleottero ed erba: usatelo nelle sfide contro questi avversari.

Il numero 23 del Pokédex è occupato da Ekans, un serpente velenoso che si trasmuta in Arbok, numero 24, un grande cobra sempre di tipo veleno, i cui attacchi sono molto efficaci contro gli avversari di tipo erba e coleottero, seppur con qualche riserva: tale potenzialità viene annullata dai Pokémon erba – veleno come Bulbasaur, Ivysaur, Venusaur, Oddish, Gloom, Vileplume, Bellsprout, Weepinbell, e Victreebel.

Al numero 25 si trova Pikachu, il Pokémon più famoso al mondo, protagonista di tutte le serie animate dei Pokémon. Pikachu è di tipo elettro e, nel mondo di Pokémon GO, fino ad ora, è comparso con varie “acconciature” in occasione di eventi speciali: con un cappello da Babbo Natale durante le scorse festività natalizie, con un cappello da festa di compleanno durante la Giornata del Pokémon, e con il cappello del suo storico allenatore, Ash Ketchum, durante il primo compleanno dell’app mobile. Ora, pare che stiano comparendo, con la dovuta rarità, anche dei Pikachu “Shiny”, dal corpo brillante. Pikachu si evolve in Raichu, numero 26: gli attacchi elettrici dei due Pokémon sono efficacissimi contro il tipo acqua e volante, meno, fate attenzione, contro i tipi drago, roccia, erba, ed elettro.

Al numero 27 si trova Sandshrew, una specie di topo che si appallottola: è di tipo terra e ,per questo, utile per annullare gli attacchi di tipo ghiaccio, erba, e acqua. Queste potenzialità difensive si moltiplicano con la sua evoluzione, Sandslash, Pokédex 28, il quale dispone anche di attacchi interessanti (come Tagliofuria, di tipo normale, e Terremoto, di tipo terra).

Claudio Bosisio

Cosa ne pensa l'autore

Claudio Bosisio - Nei tredici Pokémon presentati troviamo Pikachu, il Pokémon più famoso, anche da coloro che non sono appassionati alla serie di giochi e di cartoni animati dei mostri tascabili. Pikachu è e verrà presentato con molte "mise" a seconda dei vari eventi che si svolgeranno anche in futuro. Tra i tanti mostri presentati ci sono anche Pidgey e Rattata, Pokémon comunissimi e per questo utili per intraprendere delle facili evoluzioni che porteranno molti Punti Esperienza nelle tasche dei numerosi allenatori di Pokémon GO sparsi per il mondo.

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!