Windows 10 Anniversary Update è tra noi: come forzarne l’installazione

Windows 10 Anniversary Update è stato finalmente reso disponibile per tutti anche se sono ancora in pochi ad averlo potuto già installare. Ecco, quindi, come forzare il download e l'installazione della nuova versione di Windows 10!

Windows 10 Anniversary Update è tra noi: come forzarne l’installazione

Ormai da un paio di settimane è stato reso disponibile il Windows 10 Update Anniversary, la nuova versione del sistema operativo “definitivo” creato dalla Microsoft sulle ceneri del suo (mal riuscito) Windows 8.x. Purtroppo, non tutti sono riusciti ad installarlo da subito e questo per vari motivi. In ogni caso, è possibile forzare o sollecitare Microsoft a rilasciarci il suo nuovo e polifunzionale Windows 10 Anniversary Update. Vediamo come.

Innanzitutto consideriamo le cause per le quali il Windows Update potrebbe non averci notificato da subito la disponibilità di quest’aggiornamento.

 Perchè Windows 10 Anniversary Update tarda?

Potrebbe essere che si sia passati a Windows 10 da pochissimo, magari poco prima della scadenza del 29 Luglio (oltre la quale, ufficialmente, il passaggio a Win 10 diventa a pagamento). In questo caso, siccome viene offerto un mese per valutare il nuovo sistema operativo, occorrerà attendere 31 giorni perché la sezione aggiornamenti di Windows ci offrirà la possibilità di questo ulteriore balzo in avanti.

Oltre a questa, un’altra causa del mancato passaggio istantaneo all’Anniversary Update potrebbe essere che, nelle opzioni avanzate del Windows Update, si sia optato per ritardare gli aggiornamenti. Oppure, potrebbe essere che l’aggiornamento stava per essere installato ma che se ne sia annullata la procedura (o che si sia rimosso l’update): in questi casi, Windows Update non rileva più l’Anniversary Update. 

Come forzare l’installazione di Windows 10 Anniversary Update

Quale che sia la motivazione che sta alla base dell’ancora non possibile passaggio al Win10 “AU”, esiste un modo per forzare Microsoft a fare il suo dovere ed a regalarci la nuova versione del suo ultimo sistema operativo: ricorrere all’Assistente aggiornamento Windows 10.

Dopo averlo scaricato dall’apposita pagina Microsoft, basterà avviarlo e, dopo alcuni passaggi, accettare la proposta “Esegui l’aggiornamento alla versione più recente di Windows 10”. 

Il tool in questione controllerà la compatibilità del nostro hardware, ovvero che CPU, RAM e Hard disk rispettino i requisiti minimi richiesti, e – poi – procederà a scaricare l’aggiornamento in questione, regalandoci – di tanto in tanto – qualche avviso (ci vorrà del tempo, i tuoi file non verranno modificati, potrai anche scegliere quando installare l’aggiornamento, etc).

Alla fine verrà avviata l’installazione che richiederà diversi minuti e qualche eventuale riavvio: le percentuali di avanzamento dell’iter saranno sempre in bella vista.

Concluso il tutto, verremo ringraziati “per aver eseguito l’aggiornamento alla versione più recente di Windows 10” e, quindi, potremo avvalerci di tutte le novità portate in dote al nostro computer o ibrido dalla nuova emanazione di Windows 10, ovvero da Anniversary Update.

Fabrizio Ferrara

Cosa ne pensa l'autore

Fabrizio Ferrara - In effetti, mi sono ritrovato spesso - in questi giorni - a che fare con questo problema con i computer di scorta che ho in casa. Sistemi che uso assai di rado e sono in casi di emergenza: ovviamente questi computer sono gli ultimi ad esser passati a Windows 10 e, quindi, ho dovuto forzare l'installazione di Anniversary Update. Alla fine della fiera, non si nota una così grande differenza: al massimo ci si potrà godere le estensioni di Edge, per il pubblico mainstream e, per gli smanettoni, ci potrà essere la shell bash di Linux con cui gingillarsi. Però, sarà un'impressione, ma i computer sono un po' più scorrevoli e fluidi col nuovo Win 10.

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!