Piercing al capezzolo per uomo: come si fa, costo e alcuni consigli

Il piercing al capezzolo è ormai stato sdoganato dalla lista dei piercing 'tabù', ed è diventato uno dei più in voga tra i giovani uomini: ecco come viene fatto, se fa male e qual è il costo medio

Piercing al capezzolo per uomo: come si fa, costo e alcuni consigli

Il piercing al capezzolo, se un tempo era icona della cultura gay, oggi rappresenta uno dei piercing più amati anche dagli etero, e questa distinzione sessuale ha perso il senso di esistere. Donne e uomini, di qualsiasi orientamento sessuale essi siano, hanno sdoganato questo cliché, e reso questo piercing uno dei più diffusi tra i giovani.

Si tratta di un piercing tra i più sexy, in quanto esalta una zona, quella del capezzolo, che di solito viene mostrata solo a persone che entrano in confidenza con noi. Un piercing ‘intimo’, quindi, che è sì trasgressivo ma non viene più considerato un taboo. Il capezzolo, inoltre, è una zona erogena, e sembra che il piercing al capezzolo aumenti la sensibilità di quest’ultimo; quindi, la sua stimolazione durante le effusioni col vostro partner, sembra provochi anche una certa eccitazione sessuale!

Inoltre, la storia del nipple piercing è una storia secolare. Per quel che riguarda gli uomini, esso era molto comune tra i nativi americani, che lo utilizzavano come ‘ornamento’ per il proprio corpo. Anche in Europa (e questo in pochi lo sanno), durante l’era Vittoriana vi è stata una certa diffusione tra le donne di questo piercing; parliamo di alta società, e di piercing di pregevolissima fattura!

Tornato in auge negli anni ’70, questo piercing è stato definitivamente svincolato dalla comunità gay grazie a due personaggi amatissimi dalle donne e simbolo di virilità: Lenny Kravitz Tommy Lee, tra i pionieri di questo tipo di piercing.

piercing al capezzolo
Lenny Kravitz, uno dei sex symbol più amati dalle donne di tutte il mondo, e i suoi celeberrimi piercing ai capezzoli

Come si fa il piercing al capezzolo: si prova dolore?

Nella gran parte dei casi, il piercing sul capezzolo maschile viene effettuato a mano, orizzontalmente, con un ago a cannula che presenta dei calibri che variano a seconda della grandezza del capezzolo. E’ una procedura piuttosto rapida e, secondo chi l’ha fatto, neanche troppo dolorosa, se non per l’attimo in cui l’ago trapassa il capezzolo.

Nello specifico, però, viene utilizzato di solito un calibro 14, uno dei più piccoli, come si fa di solito anche con piercing di altre parti del corpo. Se il capezzolo è più largo, il vostro piercer potrà optare anche per un calibro 12, che di solito però è utilizzato per le donne, che hanno mediamente un capezzolo più grande rispetto all’uomo.

Le cure dopo il piercing al capezzolo

E’ molto importante conoscere i tempi di rimarginazione della ferita, per non incorrere in spiacevoli inconvenienti, che analizzeremo nel paragrafo successivo. Di solito, a meno di complicanze, per cicatrizzare la ferita ci vogliono all’incirca 4 settimane; si tratta ovviamente di una media, per cui i tempi possono variare da persona a persona, e nel caso non fosse guarito completamente dopo questo periodo, lasciategli ancora un po’ di ‘respiro’ prima di cambiare piercing e scegliere quello adatto a voi.

Cercate di non toccare il capezzolo fino a quando non è guarito, e utilizzate della soluzione salina per velocizzarne la cicatrizzazione. Utilizzate, se possibile, delle magliette di cotone, e fate particolare attenzione a non sfregare troppo quando vi lavate, né a dargli scossoni particolari.

Dopo esservi fatti il piercing, cercate di prestarci attenzione almeno per le 4 settimane successive, in attesa di una cicatrizzazione della ferita
Dopo esservi fatti il piercing, cercate di prestarci attenzione almeno per le 4 settimane successive, in attesa di una cicatrizzazione della ferita

Complicanze post piercing

Il capezzolo è un punto particolarmente delicato del nostro corpo, e per questo motivo è d’obbligo tenere almeno in considerazione le possibili complicanze che possono derivare da un piercing fatto in questa particolare zona del corpo.

Quello a cui vanno incontro alcune persone è il rigetto, che è molto frequente anche nel piercing al sopracciglio. Esso avviene nel momento in cui il piercing venga fatto troppo in superficie, ma non preoccupatevi: se vi affidate ad un bravo professionista, che quindi avrà effettuato decine di piercing dello stesso tipo, difficilmente incorrerete in errori di questo tipo. Lui saprà qual è la profondità giusta per evitare questa complicanza.

Un altro pericolo del piercing al capezzolo è la mastite, una infezione del capezzolo dagli effetti particolarmente complessi da curare, oltre che fastidiosi e dolorosi. Quando effettuiamo questo tipo di piercing, infatti, non bisogna in nessun modo intaccare l’areola, e nemmeno il grasso che la compone. In sostanza, se fatto troppo in superficie c’è il rischio di rigetto, ma se fatto troppo in profondità il piercing ai capezzoli può portare la mastite.

Se fatto troppo in superficie, il piercing può portare al rigetto dello stesso; troppo in profondità, alla mastite
Se fatto troppo in superficie, il piercing può portare al rigetto dello stesso; troppo in profondità, alla mastite

Altro pericolo sempre diffuso con i piercing di ogni genere è quello di incorrere in infezioni di vari tipi. E’ una preoccupazione generica, non preoccupatevi, nel senso che ha praticamente la stessa incidenza di altri piercing, anche in altre parti del corpo meno ‘estreme’.

Ovviamente, prevenire le infezioni dipenderà da voi, nella fase di cura del piercing, ma anche e soprattutto dal vostro piercer. Il nostro consiglio, infatti, è sempre quello di spendere magari qualcosina in più, ma al contempo affidandosi ad un professionista serio, che fa dell’igiene e della precisione il suo punto di forza. Evitate le ‘bettole’, che violano ogni tipo di norma, o ancor di più non fate sperimentare ai vostri amici per farlo a costo zero: a pagarne le conseguenze, sarete solo ed esclusivamente voi!

Piercing al capezzolo: costo

Il costo varia da piercer a piercer, in base alla sua popolarità e alla sua bravura, oltre che al luogo dove lavora (in una grande città, mediamente, il prezzo è maggiore rispetto ad un piercer di provincia). E’ un lavoro di maggiore precisione rispetto, ad esempio, al piercing all’orecchio, per cui anche il prezzo è maggiore: di solito, esso si aggira attorno ai 50-60 euro.