Come applicare correttamente la pellicola protettiva sullo smartphone

Nonostante i progressi nel realizzare display resistenti, il modo migliore per proteggere la parte più delicata del nostro smartphone resta sempre l'applicazione di una pellicola trasparente. Ecco, quindi, i passaggi giusti per eseguire questa procedura.

Come applicare correttamente la pellicola protettiva sullo smartphone

Inutile girarci attorno: la parte più delicata dei nostri smartphone, per quanto possano esser protetti dalla tecnologia Gorilla Glass o DragonTrail, resta sempre il display. Se va male, a causa di una caduta, ce lo siam bello che giocato: se, invece, abbiamo cura del nostro device, comunque, il suo display non troverà scampo alle classiche ditate, e dai canonici graffi da chiavi in tasca. L’unico modo per proteggere adeguatamente questa componente così sensibile dello smartphone è, ovviamente, il ricorso ad una pellicola protettiva: vediamo come applicarla.

Innanzitutto, pazienza!

Applicare la pellicola protettiva non è così immediato come si potrebbe pensare: eseguendo questa procedura con eccessiva fretta, si rischia di compromettere e/o vanificare il risultato finale. Buttando alle ortiche la pecunia investita per cotal protezione: quindi, è necessario seguire una serie di step armandosi, innanzitutto, di pazienza.

Procuriamoci la pellicola giusta

Per prima cosa, occorre comprare la pellicola trasparente giusta: dopo aver controllato sulla confezione del nostro smartphone la sua esatta sigla ed il reale modello di appartenenza, possiamo reperire la pellicola più idonea o in un negozio fisico, o – usufruendo di una maggiore varietà di scelta – rivolgendoci all’online.

Puliamo la superficie del display

Una volta entrati in possesso della pellicola idonea, prendiamo un panno – asciutto – in microfibra: va bene anche quello con cui si pulisce la lunetta degli occhiali (qualora ne abbiate un paio a portata di mano): in alternativa, non preoccupatevi troppo dacché quasi tutte le confezioni di pellicole protettive son provviste e comprensive anche di salviettine nel materiale succitato.

Procediamo all’applicazione

Mettiamo il telefono, spento (onde vedere tutto quel che vi è sul frontale), su una superficie piana e, muniti del panno di cui sopra, procediamo ad un’accurata pulizia del display, prima in un senso, e poi nell’altro. Per accertarci del risultato ottenuto, poniamo lo smartphone di sbieco sotto una superficie illuminata (va bene anche il lume della scrivania), e valutiamo se davvero siano state rimosse tutte le tracce ed i granelli di polvere prima presenti.

Se soddisfatti, prendiamo la pellicola, rimuoviamo la protezione sul suo dorso, ed adagiamola lentamente su uno dei lati corti: avvalendoci di una carta di credito, procediamo a stendere lentamente la medesima sulla superficie del display.

Raggiunto l’altro bordo corto dello smartphone, tramite una linguetta, rimuoviamo la superficie plastica presente sulla pellicola (serve a darle un minimo di rigidità nella confezione, e nella stesura sul display).

Attenti alle bolle!

Ora, nel caso siamo rimaste delle bolle tra pellicola e display, non disperiamo: con un panno, col palmo delle dita, o con la credit card di prima, eseguiamo una pressione sulla bolla cercando di sospingerla, piano, verso l’esterno. Fatto!

Una lucidatina della pellicola con l’onnipresente panno in microfibra, et voilà: d’ora innanzi, quest’impalpabile protezione immunizzerà il display del nostro smartphone da urti, graffi, e – soprattutto – fastidiose ditate, nel contempo migliorando anche la leggibilità dei contenuti a monitor.

Altre notizie interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!