Come inserire gli sfondi in una diapositiva di PowerPoint

Come costruire una presentazione personalizzata, in modo creativo, scegliendo come sfondo diapositiva un'immagine, una tinta unita, o sfumata.

Come inserire gli sfondi in una diapositiva di PowerPoint

Scegliere un progetto di diapositiva preimpostato sicuramente risolve il problema di abbinare i giusti colori e di ottenere delle diapositive leggibili, studiate e pensate in tutti i particolari. Detto questo ci diciamo anche che è bene saper costruire una diapositiva in modo da poter intervenire al bisogno.

Aperto il programma PowerPoint e avviata una presentazione “vuota”, ossia senza progetto preimpostato, ci mettiamo con il mouse nell’area esterna alle cornici (“Fare clic per inserire il titolo” e “Fare clic per inserire il sottotitolo“), quindi clicchiamo il pulsante destro del mouse; l’ultima voce della finestra di dialogo che si apre recita: “Formato sfondo…“.

Selezionando con il mouse sinistro “Formato sfondo…”, si apre nel lato destro del programma la finestra del menu Formato sfondo. Sotto la voce riempimento leggiamo un elenco di possibilità: a tinta unita, sfumato, a immagine o trama, a motivo.

Formato sfondo…riempimento a tinta unita e sfumato: in tutt’e due i casi, i colori si scelgono cliccando sul secchiello. “A tinta unita” ha soltanto la voce ‘secchiello’ per il colore e ‘trasparenza’ da dare eventualmente al colore scelto, mentre “sfumato” ha una serie di interruzioni di sfumatura (somigliano a linguette) che possono variare l’una dall’altra, cliccando su ciascuna e scegliendo di volta in volta un colore diverso.

Se non si scelgono le sfumature preimpostate, queste si possono creare mettendo insieme il tipo, la direzione, l’angolo della sfumatura e, come abbiamo già detto, i colori delle linguette.

Le linguette possono muoversi in senso orizzontale facendo variare la dimensione della sfumatura. Per ogni linguetta, oltre al colore, si possono scegliere anche la trasparenza e la luminosità. È inoltre possibile aggiungerle o eliminarle, cliccando su aggiungi o rimuovi interruzione sfumatura, visibili nei due clip verde e rosso posti accanto.

Riempimento a immagine o trama” dà la possibilità di scegliere una foto tra le nostre preferite e di inserirla come sfondo cliccando su “File“. L’immagine scelta deve essere orizzontale, altrimenti viene tagliata o deformata. La foto potrebbe avere dei colori troppo forti e allora conviene applicare la trasparenza. Con la scelta di “Riempimento a immagine o trama” si aprono, insieme al ‘Riempimento’ (secchiello), anche i menu ‘Effetti’ (pentagono) e ‘Immagine’ (immagine), voci che permettono di selezionare effetti artistici, di correggere e variare i colori dell’immagine.

Il “riempimento a motivo” è poco utilizzato: si tratta di sfondi preimpostati di cui è possibile cambiare i due colori: primo piano e sfondo. Cliccando su “Applica a tutte“, tutte le diapositive create e tutte quelle che verranno successivamente inserite, avranno le caratteristiche della diapositiva corrente ma, se non ci piace, basta cliccare su “Reimposta sfondo“, e si riparte!