Come spiare WhatsApp della fidanzata

Diventando l'app più utilizzata al mondo per le comunicazioni testuali (e non), WhatsApp è stata sempre di più presa di mira da hacker e persone troppo curiose che, magari, vogliono scoprire come spiare WhatsApp, per conoscere i segreti di conoscenti, partner, o concorrenti professionali. Ecco alcuni metodi da conoscere, per imparare a difendersene.

Come spiare WhatsApp della fidanzata

Ormai da tempo, in particolar modo da quando è diventata gratuita, WhatsApp è l’app di messaggistica più diffusa al mondo, utilizzata praticamente da tutti per comunicare, per conquistare una ragazza in chat, e condividere i propri “segreti”. Normale, quindi, che – a partire dallo stesso momento – sempre più persone si siano chieste (e le query di Google vi fanno fede) come spiare WhatsApp, per sapere cosa una terza persona comunica e digita nel suo privato.

La pratica in questione è palesemente illegale, ma tali esplicazioni assolveranno ad un semplice scopo didattico. Infatti, è solo conoscendo come si può spiare WhatsApp che, di conseguenza, è possibile anche capire come difendersi, affinché tutto ciò non capiti proprio a noi.

Tra i metodi che permettono di capire come spiare WhatsApp, il più elaborato è senz’altro quello del Mac (“mac address“: l’indirizzo di sicurezza, fisico alfanumerico, specifico per ogni dispositivo) Spoofing (lett. “spiare”). Naturalmente, non mancano le soluzioni che passano per l’uso di app basate su un qualche keylogger, in grado di prender nota di tutto quanto l’altra persona abbia preso a digitare sul proprio terminale.

Come spiare Whatsapp della fidanzata
Spiare Whatsapp di qualcuno senza avvisarlo è illegale

Tecnica del Mac Spoofing: per Android e iOS

Per scoprire questo codice noto come Mac address, su un dispositivo Android, basta aprire le Impostazioni, e seguire il percorso About phone>Status>Wi-Fi MAC address, mentre – su iOS – aperte le Impostazioni, occorre seguire un diverso tragitto, ovvero Generali> Info>Indirizzo Wi-Fi.

A questo punto, i passaggi che rimangono da seguire per capire come spiare WhatsApp sono pochi e semplici: basterà rimuovere tale app dal proprio smartphone, cambiare momentaneamente il proprio Mac address con un’app specifica (ve ne sono diverse sia su PlayStore che su App Store), reinstallare Whatsapp digitando il numero della vittima, e procedere alla riattivazione via SMS (quindi, avremo ancora bisogno del suo telefono, per cancellare ogni traccia di questo messaggino).

Infine, si potrà ripristinare il proprio indirizzo Mac, ed il gioco è fatto perché, avviando WhatsApp, potremo leggere sempre cosa scrive l’altra persona. E il nostro WhatsApp? Potremo ancora usarlo, in virtù dei diversi metodi che permettono di duplicare l’installazione di un’app sul medesimo telefono.

Come spiare WhatsApp da PC

Probabilmente, vi starete chiedendo come spiare WhasApp della vostra fidanzata direttamente da PC, in modo da non confondervi con la vostra installazione personale della nota chat app in verde.

In questo caso, basta aprire – sul proprio browser – un tab con WhatsApp web, e – muniti dello smartphone della vittima – eseguire la scansione del codice QR visualizzato sul nostro monitor. Terminato questo passaggio, fintanto che la tab in questione non verrà chiusa (è possibile ridurre il browser a miniatura), sarà possibile leggere le conversazioni dell’altra persona.

Come spiare Whatsapp della fidanzata
Esistono anche diverse tecniche per proteggersi dalla violazione del proprio Whatsapp

App per spiare WhatsApp della fidanzata

In genere, queste applicazioni assolvono a scopi legali. Infatti, programmi di questo genere esistevano anche prima dell’epoca degli smartphone, e rispondevano a esigenze già presenti: controllare alcune persone care (in funzione di “parental control”), ad es. i propri pargoli, o i propri dipendenti (per evitare che divulgassero informazioni preziose, o che perdessero tempo usando il telefono a scopo personale). Si tratta sempre di usi per i quali è necessario avvertire la contro-parte ma che, proprio in virtù di questo alert, assolvono ad un’efficace funzione dissuasiva.

Insomma, si può ben dire che ad essere illegale non siano tali app, pubblicate anche nei vari store, ma l’uso che se ne fa. Sfruttarle per capire spiare i WhasApp di nascosto, per sapere ad esempio la fidanzata o la moglie tradisce, per dirne una, è un uso passibile di sanzioni legali.

Mspy, Flexyspy e Spyrix Monitor Personal

Una prima applicazione consigliabile è “MSpy”: ben tradotta in italiano, compatibile per Android, iOS (senza jailbreak), PC e Mac, permette di intercettare ogni tipo di messaggio, anche dalle chat app come WhatsApp, e di tracciare le telefonate.

“Flexyspy” ha, nel complesso, circa 150 funzioni diverse, tra le quali le più “micidiali” per la privacy sono quelle che danno accesso alla rubrica ed alla posizione GPS di un telefono, oltre che ai suoi messaggi, chat, email, e conversazioni (su Skype, WhatsApp, ed app simili).

“Spyrix Monitor Personal”, seppur non tradotto in Italiano, è uno dei più professionali e permette anche di spiare il WhatsApp di un altro, in virtù della sua funzione di keylogger che, tra l’altro, permette di seguire anche le attività delle persone sui social, e quando navigano in internet.

Cerberus

Dello stesso livello è l’app “Cerberus”: si tratta di un notissimo antifurto, sovente installato su device Android e iOS per scoprire la posizione GPS del telefono perso o rubato, e l’identità del ladro (anche grazie agli screenshot delle conversazioni, o allo scatto di un suo selfie). Tale app comprende anche l’inibizione del tasto Power, le registrazioni audio ambientali, la cancellazione da remoto dei dati, ed è in grado di rendersi invisibile sul telefono in cui è ubicata. Molti di coloro che si chiedono come spiare WhatsApp, potrete ben immaginarlo, hanno preso a farne un uso distorto e assai poco legale ed etico.

WhatsAgent, OnlineNotify e WhatsDog

Specificatamente calibrato sul monitoraggio di WhatsApp è “WhatsAgent” che, disponibile solo per Android, si occupa – più che altro – di operare una sorta di pedinamento digitale: tale app, infatti, non intercetta le conversazioni, né consente di visionarle ma, in compenso, permette di sapere ogni volta che i propri contatti vanno online su WhatsApp, anche se questi ultimi avessero disattivato la visualizzazione dell’ultimo accesso effettuato.

Simile a quest’ultima, infine, sono le app multi-piattaforma “OnlineNotify” o “WhatsDog”, che – tra le altre cose – permettono anche di sapere ogni volta che un nostro contatto abbia mandato un messaggio.

Spiare whatsapp
Usare le app per spiare Whatsapp di un’altra persone non è legale

Come proteggere il proprio WhatsApp

Per difendersi dai trucchi visti, le cautele sono tante: si va dal non prestare il telefono a persone sconosciute o poco fidate, al non connettersi (sprotetti) sulle reti Wi-Fi pubbliche (qualcuno potrebbe usare app di “ascolto” come “Wireshark”).

Inoltre è sempre bene controllare la lista delle app installate, quelle che hanno i diritti amministrativi, disattivare la visualizzazione degli SMS sulla lockscreen, e bloccare i contatti dei quali si sospetta un’attività di spionaggio ai propri danni.

La prova del nove, per scoprire se qualcuno sta spiando il vostro WhatsApp, consiste nel comporre, nel browser del vostro smartphone, la stringa localhost:8888 (o 4444), e nel vedere se – digitando la sequenza *12345 – compare un menu che, quasi sempre, corrisponde alla schermata d’accesso di un’app spia.