Ecco come sfruttare TooGoodToGo, la nuova frontiera delle food app

Ogni giorno tantissimo cibo, ancora ottimo da consumarsi, viene sprecato in quanto invenduto: con l'app TooGoodToGo, tale problema viene scongiurato, con in più un notevole risparmio per il consumatore. Ecco come funziona il tutto.

Ecco come sfruttare TooGoodToGo, la nuova frontiera delle food app

Fino a qualche anno fa, si alzava la cornetta e si prenotava una pizza da asporto. Con l’era digitale e gli smartphone, sono arrivate tantissime applicazioni che permettono questo e anche di più: ora la varietà di cibi e pietanze da asporto è immensa e, con questi nuovi metodi, anche quei locali che prima non avevano questa opportunità ora ce l’hanno.

L’applicazione TooGoodToGo è diversa dalle altre, in modo da ritagliarsi uno spazio in un segmento sempre più affollato: nello specifico, offre la possibilità a chiunque venda del cibo di poter mettere a disposizione una Magic Box e, nell’elenco, possiamo trovare panifici, supermercati, bar, e ristoranti.

Cosa sono queste Magic Box? Sono delle vere e proprie scatole a sorpresa il cui costo si aggira tra i 2,99 e i 9,99 euro, dove il commerciante di turno mette una serie di prodotti invenduti della giorna e che non possono essere venduti l’indomani: una volta pagate via app, potranno essere ritirate sul posto in orari prestabiliti.

Per quanto scontato, la prima cosa da fare è quella di scaricare l’applicazione dal vostro store di riferimento (è presente sia nell’App Store di Apple e Google Play Store di Android): una volta installata, avviamola e registrandoci in modo da poter accedere ai servizi che offre.

 Ok: adesso siamo nella schermata principale che equivale al menù Scopri che ci mostra in alto la localizzazione della nostra zona e, subito sotto, troviamo una specie di breve video introduttivo che ci spiega come funziona l’app e l’idea che sta alla base. Sotto troviamo una serie di tab con i negozi che hanno le ultime Magic Box disponibili e una riga ancora sotto quelli che sono terminati da poco: infine nell’ultima riga disponibile troviamo una serie di spazi che possono essere adibiti a negozi che ci piacciono tanto in modo da potervi accedere rapidamente per future Magic Box.

Alla base della pagina troviamo i restanti menù di navigazione composti da altri 4 tab che sono Lista, Mappa, Preferiti e Altro. Nel menu Lista, una visuale un po’ più comoda dei negozi a tua disposizione nella zona in cui ti trovi, sono presenti sia negozi sold out in grigino, con indicazione dell’orario di sold out (molto utile per sapere – le volte future – entro che ora fare le prenotazioni delle Box), sia quelli che hanno ancora delle box disponibili con indicate quante ne restano.

Nel menu Mappa, come suggerisce lo stesso nome, c’è una vista della mappa della zona in cui ti trovi con indicati dei pallini colorati che simboleggiano i negozi che aderiscono, con quelli rossi che hanno finito le box a disposizione e quelli verdi che ne hanno ancora da vendere

Nel menu Preferiti troverai l’elenco dei negozi che hai selezionato come tali per accederci più velocemente. Nel menu Altro si trova un riepilogo impostazioni di facile comprensione.  

Si va a cliccare sul negozio prescelto, dove si avrà una foto che solitamente ritrae il locale o il cibo trattato, e l’indicazione di quante box rimangono e l’orario di ritiro con una breve introduzione di cosa si potrebbe trovare all’interno della box. È anche presente una mappa con navigatore per avere istruzioni precise al luogo del ritiro della Box. 

Infine, ecco come mettersi in gioco se si è un negoziante. In questo caso, se si vuole aderire al programma, non resta che andare sul sito di toogoodtogoe e seguire le istruzioni per poter far parte del circuito.

Alessio Attardi

Cosa ne pensa l'autore

Alessio Attardi - Questa applicazione mi piace molto. Adoro l'idea di andare ad abbattere gli sprechi che giornalmente sono presenti e visibili intorno a noi, con tanto cibo che avanza e che l'indomani non può essere venduto. Con questo metodo, invece, ci guadagna il commerciante che ha comunque un'entrata, ci guadagna il consumatore che prende delle buone cose a prezzo esiguo, e ci guadagnano tutti perché si spreca di meno. Si può pensare che la casualità delle cose all'interno della box sia un problema, ma invece penso sia una parte divertente del progetto in sé: l'applicazione stessa ti suggerisce di condividere il cibo della box con un amico o un familiare, se c'è qualcosa che non ti piace.

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!