Guida alle app Android per organizzare al meglio la propria giornata

Nella vita frenetica moderna, è facile scordarsi le cose da fare e portare a termine: col risultato che il tempo viene mal gestito, lasciando anche poco spazio alle passioni personali. Ecco, quindi, le migliori app Android per organizzare la propria giornata.

Guida alle app Android per organizzare al meglio la propria giornata

Tra le categorie presenti nel Play Store di Android, una delle più popolari e popolate è, probabilmente, quella degli assistenti alla programmazione, all’inglese GTD (Getting Things Done), che aiutano le persone a ricordarsi le cose da fare (to-do), ed a portarle a termine, ottimizzando al meglio il proprio tempo grazie ai principi dell’agenda dinamica 2.0: ecco le applicazioni più interessanti in tal senso, a disposizione degli utenti Android.

Molto popolare è l’app gratuita “Any.DO”, capace di distinguersi anche per una certa semplicità operativa. Una volta installata, basterà scegliere quando caricare l’attività da ricordare/svolgere (oggi, domani, a breve, in futuro) per inserirla nel database, corredandola del tag relativo all’ambito (personale, di lavoro), del promemoria (sonoro, basato anche sulla localizzazione), della possibilità di far partecipare dei contatti, della facoltà di allegarvi dei documenti, o di stabilire delle sotto-attività. Grazie ai widget, tutto ciò sarà accessibile anche da HomeScreen, mentre la creazione d’un account permetterà di sincronizzare le attività anche sui dispositivi iOS, Mac, e Windows.

Altra app molto semplice dello stesso genere è “Todoist”, sempre gratuita ma con importanti feature premium (acclusione di commenti o documenti, e di etichette): avviata l’app dopo la creazione di un account, si potrà procedere direttamente alla compilazione della scheda dell’attività da ricordare o portare a termine, precisandone la data, l’ambito, ed il promemoria da attivare. Ricevuto il reminder, e portata a termine l’attività, selezionandola, sarà possibile validarla come eseguita: da segnalare la possibilità di organizzare le attività in progetti (shopping, lavoro, film da guardare, personale, etc), e di filtrarle secondo i tag, o la priorità loro assegnata.

Impossibile non citare “Wunderlist”: in questo caso, la scheda delle attività permette di inserire gratuitamente un documento da allegare o un commento. Per il resto, anche in quest’app i compiti da ricordare e portare a compimento sono organizzati per ambito, ripetibili (es. portare il cane a spasso), e suddivisibili per sotto-attività: inoltre, è anche possibile invitare altre persone, nel caso di impegni che prevedano la partecipazione di colleghi, o amici (es. per una riunione, o un pigiama party con visione di film acclusa). 

“Work Calendar”, a pagamento (2.67 euro) per Android, è un’app piuttosto mirata, destinata ai turnisti. Grazie a quest’ultima, sarà possibile inserire i propri turni di lavoro, accedendo – tramite pratici widget – a statistiche immediate relative alle ore svolte, alle ferie rimanenti, ed al salario maturato, anche in ragione degli straordinari svolti. 

Ormai, si avvicina il ritorno a scuola. Nell’epoca moderna, grazie agli ebook reader, sono stati digitalizzati i libri: perché non provarci anche con i diari? “Diario Scuola”, gratuita, e corredata di backup tramite Google Drive, permette di creare un’agenda con l’elenco delle materie trattate nei giorni della settimana, ora per ora, e supporta l’annotazione dei compiti da svolgere per casa, oltre ad elencare il nome dei professori, e supportare appuntamenti importanti, come gli esami e le verifiche. Grazie a “Diario scuola” è possibile registrare i propri voti, o acquisirli dal registro elettronico della classe (tramite gli account ClasseViva o Argo ScuolaNext). 

Come non pensare, infine, alle massaie, i nostri cari angeli del focolare. “Food Planner”, gratuita, fa appunto quel che dice: permette di programmare i pasti giorno per giorno, e di precisare per ciascuna portata la ricetta (con istruzioni per la preparazione, ingredienti, e quantitativi). In questo modo, sapendo cosa si andrà a mangiare il tale giorno, sarà possibile accertare la presenza, nell’Inventario, degli ingredienti idonei alla relativa preparazione, inserendo quelli che mancano nella sezione “Lista della Spesa”

Fabrizio Ferrara

Cosa ne pensa l'autore

Fabrizio Ferrara - Ricordo che, quando andavo a scuola, ero un disastro con la gestione del mio diario e, con tutta probabilità, mi avrebbe aiutato molto l'app recensita in questa guida. Per il resto, per molto tempo, ho utilizzato - banalmente - l'app per le annotazioni per ricordarmi le cose da fare: tutto molto semplice e pratico, non fosse altro che bisogna ricordarsi di guardarla, cosa non facile nelle giornate più frenetiche. Proprio per questo motivo, debbo tributare un sentito grazie alle "to-do" app che, effettivamente, mi hanno salvato la vita in più di un'occasione.

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!