SEO e Google ADS: vantaggi, differenze e quando utilizzarli insieme

Oggi, un'azienda si deve necessariamente affidare al web marketing: pensare di pubblicizzarsi con strumenti del marketing tradizionale significa privarsi di una fetta di mercato vasta e lasciarla alla concorrenza: equivale a decretare il proprio insuccesso.

SEO e Google ADS: vantaggi, differenze e quando utilizzarli insieme

Search Engine Optimization, nota come SEO, corrisponde al processo di ottimizzazione adoperato per ottimizzare il posizionamento delle pagine online nei risultati organici, ovvero in quelli non sponsorizzati, dei motori di ricerca, in particolare di Google.

Quanto un utente fa una ricerca, Google, attraverso un algoritmo capace di trovare i contenuti più adatti alla richiesta della persona, offre le risposte che reputa migliori. L’algoritmo suggerisce i risultati di qualità che si troveranno in cima grazie a dei criteri di valutazione stabiliti proprio dalla SEO.

Cos’è la SEO

La SEO è uno strumento davvero risolutivo, il quale va saputo usare da professionisti competenti che sappiano organizzare, analizzare e studiare delle strategie tali che i contenuti lanciati sul web appaiano del tutto corrispondenti con quelle che sono le regole stabilite dall’algoritmo.

Maggiore sarà la linea seguita e altrettanto ampia sarà la possibilità che quei contenuti compaiano in cima ai risultati di ricerca degli utenti. Ma è fondamentale non improvvisarsi specialisti e avere l’umiltà e l’intelligenza di affidarsi a veri esperti.

Mentre la SEO è una tecnica che ottiene risultati esclusivamente nel lungo periodo, Google Ads punta al presente per raggiungere obbiettivi a  breve termine“.

Cos’è Google Ads e differenze con SEO

Con Google Ads si attua la SEM, nella quale si ottiene molta visibilità su Google attraverso un traffico che però stavolta è a pagamento; si tratta delle pubblicità a pagamento. Google Ads è la pubblicità più famosa per fare comparire i tuoi annunci nei risultati di Google: occhio però, “perché pagherai solo sugli effettivi click ricevuti“.

Mentre con la SEO si realizzano strategie per ottenere traffico organico su Google, con Google Ads si compra uno spazio pubblicitario in modo da comparire direttamente in vetta alle SERP dei motori di ricerca.

Il traffico ottenuto tramite la SEM prevale sugli altri perché è targhetizzato, ovvero finalizzato esclusivamente al target che ti interessa. Le persone targettizzate che giungono sino al sito attraverso la SEO o Google Ads hanno una buona possibilità di diventare clienti effettivi. Essendo Google Ads un posizionamento a pagamento è necessario lavorare sia sul lato utente e sia su quello algoritmo.

Conclusioni 

La campagna pubblicitaria deve essere coerente tra ricerca, annuncio, estensioni e landing page: solamente in questo modo il punteggio di qualità che è attribuito da Google sarà alto. Per questo, la risposta da parte degli utenti sarà sicuramente positiva.

I contenuti presenti nell’annuncio e nella landing page dove si viene dirottati dovranno essere necessariamente di qualità e quindi persuasivi, in modo da rispondere all’algoritmo.