Ex ingegnere della Nasa trasforma una vasca di sabbia in “sabbie mobili”. Ecco come ha fatto

Voleva far divertire i suoi figli ed ha deciso di ricreare nel suo giardino delle sabbie mobili. Ecco come questo ex ingegnere Nasa è riuscito a realizzare questa sua pazza idea.

Ex ingegnere della Nasa trasforma una vasca di sabbia in “sabbie mobili”. Ecco come ha fatto

Cosa è disposto a fare un padre pur di far divertire propri figli? E soprattutto, cosa può inventarsi un ex ingegnere della Nasa per far divertire i suoi bambini stufi dei soliti giocattoli e dei banali videogame?

È quello che scopriremo vedendo questo video che vede protagonista Mark Rober, un uomo che ha lavorato in passato per la Nasa e che ha una grande passione per la tecnologia e per la scienza oltre ad avere come missione nella vita quella di riuscire a trasformare in realtà tutto ciò che pensa.

In questo caso, Mark ha deciso di realizzare una piscina di vere e proprie sabbie mobili partendo da una semplice vasca di sabbia. Si tratta di qualcosa che nessuno aveva mai provato a fare prima e non esistono delle guide on-line né dei testi che spiegano come fare.

Dunque Mark ha fatto svariati esperimenti ed ha fallito ben 25 volte prima di riuscire a raggiungere il risultato finale che desiderava ottenendo così una cosiddetta sabbia fluidificata.

Mark ha scoperto che per ridurre l’attrito tra le particelle di sabbia e quindi conferirgli le caratteristiche tipiche di un liquida che gorgoglia doveva semplicemente soffiare aria dal fondo del contenitore: in questo modo le particelle di sabbia potevano muoversi liberamente come molecole d’acqua.

In questo video viene mostrato passo dopo passo come realizzare questa piscina di sabbia mobili ed il risultato finale che è stato apprezzato tantissimo dai suoi bambini.

Altrettanto interessante sarà vedere una tecnica per pulire i vetri della propria auto. In questo caso si tratta di un trucco decisamente originale e geniale che permetterà di svolgere questa attività in pochissimo tempo e con pochissima fatica.