Sperma giallo: le cause più comuni e quando preoccuparsi

Sovraccarico di spermatozoi o eccessiva astinenza, ma non solo: lo sperma giallo può avere molte cause diverse tra loro. Ecco tutto quello che dovete sapere se anche voi avete notato una variazione del colore del vostro liquido seminale

Sperma giallo: le cause più comuni e quando preoccuparsi

Lo sperma (anche detto liquido seminale), nei suoi valori ‘normali’ ha di solito un colore bianco opaco (simile a quello delle perle), ed una consistenza densa, e mai gelatinosa. E’ per questo che quando ci ritroviamo ad avere uno sperma giallo e gelatinoso, viene normale preoccuparsi, soprattutto nel caso in cui tale fenomeno non si era mai presentato prima.

In realtà, come andremo a vedere tra poco, lo sperma di colore giallo non è un fenomeno raro (anzi, è molto frequente), e soprattutto non è causato sempre da fattori di ordine patologico. Insomma: la regola numero 1 è non allarmarsi inutilmente. In questo articolo, vedremo quali sono le cause, e soprattutto le cure per risolvere il problema del liquido seminale giallo scuro.

Il colore “normale” dello sperma, come appena accennato, è il bianco opaco perlaceo. In caso, però, di più di una eiaculazione in poco tempo, è del tutto normale che questo colorito tenda a sfumare, con il bianco che perde di intensità, e va via via sfumando verso un colore trasparente, man mano che aumenta il numero di eiaculazioni.

sperma giallo
L’eccesso di spermatozoi (e la loro poca mobilità) è una delle cause del colore giallastro dello sperma

Lo sperma denso, poi, è un’altra delle caratteristiche fondamentali del liquido seminale, che non deve però assumere una consistenza gelatinosa. Come vedremo nel paragrafo successivo, oltre al bianco vi sono altri colori (o meglio, sfumature di essi) che lo sperma umano può assumere: giallo, marrone e rosso, con quest’ultimo che indica la presenza di sangue nello sperma. Fortunatamente, il caso in cui lo sperma è giallo è quello meno grave tra i tre.

Sperma giallo: le cause principali

Innanzitutto, il colorito giallo può essere causato da una presenza abnorme di spermatozoi, i quali hanno però la caratteristica di essere poco mobili. E’ proprio la grande concentrazione di spermatozoi a causare questo colorito, ed è frequente negli uomini che non eiaculano da molto tempo. Dopo alcune eiaculazioni, non troppo distanziate nel tempo, lo sperma tornerà ad avere il suo colorito normale.

Ma non è solo la grande concentrazione di spermatozoi che può conferire il colorito giallo allo sperma. A volte, a causa di alcune patologie, può anche capitare di ritrovarci dello sperma giallo a causa della presenza di urina all’interno dello sperma: sono tracce di quest’ultima, di fatto, a dare il colorito giallo al liquido seminale.

bruciore intimo
Anche l’infezione delle gonadi, gli organi che producono gli spermatozoi, può portare alla eiaculazione di sperma giallo

La colorazione gialla, a volte anche tendente al verde, è anche dovuta ad una infezioni delle gonadi (nell’uomo, i testicoli), che sono proprio gli organi deputati alla produzione di spermatozoi. Stesso tipo di problema può essere conseguenza di una infiammazione o di una infezione della prostata o delle vie genitali.

Oltre al colorito, nei casi citati nel precedente capoverso sono presenti anche altri sintomi, quali cattivo odore dello sperma, prurito, fino anche ad arrivare a bruciore e dolore. Se sono questi i sintomi presenti, allora non è il momento di perdere tempo, ma bisogna subito rivolgersi ad un andrologo che, dopo aver effettuato un test su un campione di sperma, saprà indicarvi in maniera accurata la diagnosi e, di conseguenza, anche le terapie da effettuare per far sì che il vostro sperma torni ad un colorito normale.

Cure e rimedi in caso di sperma giallo

Come avrete capito questo problema in realtà si risolve da sé nella maggior parte dei casi, e anche in breve tempo. Questo, ovviamente, è sintomatico del fatto che la causa dello sperma giallo non è nessuna patologia grave, che necessita ben altri tipi di terapie. Se però il problema si presenta più volte, e a maggior ragione se ciò avviene per diverse volte di seguito, è comunque il momento di rivolgersi quanto prima al proprio andrologo.

Di fatto, non esiste una cura ‘universale’, che vada bene per tutti i casi. Il medico effettuerà la propria diagnosi tramite la visita e, eventualmente, degli esami (tra i quali lo spermiogramma), per capire se c’è un problema o meno. Solo dopo aver effettuato tali analisi, il medico riuscirà a predisporre una terapia adeguata per farvi superare questo “problema”, qualora la ritenesse necessaria.

Lo spermiogramma, l'analisi del liquido seminale che valuta la 'qualità' degli spermatozoi, verificandone forma, numero e motilità
Lo spermiogramma, l’analisi del liquido seminale che valuta la ‘qualità’ degli spermatozoi, verificandone forma, numero e motilità

A onor di cronaca, comunque, è giusto dire che la terapia difficilmente viene applicata perché è difficile che lo sperma giallo derivi da una patologia. Infatti, si tratta di un problema davvero molto comune, che almeno una volta colpisce praticamente tutti gli uomini in età fertile.

Non fatevi prendere dal panico, quindi, perché sarebbe del tutto immotivato, e predisponete dei controlli solo se l’evento è continuo e consecutivo. Se, invece, si tratta di un colore che tende al rosso, pur non essendo nemmeno in questo caso nulla di necessariamente grave, anche al primo episodio vi consigliamo di rivolgervi ad un andrologo, che troverà la soluzione al vostro problema.