Dolore alla spalla: cause e quando preoccuparsi

Dolore alla spalla: ecco tutte le cause che possono determinarlo, le differenze tra la spalla sinistra e quella spalla destra, e quando è il caso di preoccuparsi

Dolore alla spalla: cause e quando preoccuparsi

Ahi, che dolore alla spalla! Un’esclamazione comune, ma spesso troppo generica. Non capiamo il tipo di fastidio che proviamo, qualche volta facciamo fatica a dire esattamente qual è il punto dolorante. Succede anche perché sono tante le cause dei dolori alle spalle. Possiamo avvertirli dopo un movimento falso, per un’infreddatura, per un problema ai muscoli.

Il fastidio finisce per interferire con le nostre attività quotidiane. Almeno finché non ci rendiamo conto che forse è necessario chiedere il parere a un medico, più probabilmente allo specialista, cioè l’ortopedico. Qui, avverrà un breve colloquio per fare luce sui pregressi del paziente: magari ha fatto uno sforzo eccessivo? Forse è caduto? Si è fatto male in allenamento? Da queste poche domande, e dall’esame obiettivo, il medico capirà come agire, più facilmente dopo una risonanza magnetica o una semplice radiografia. Può essere una frattura? Una lussazione? Magari una tendinite?

Non è necessariamente motivo di preoccupazione il dolore alla spalla, né si deve ricorrere in misura così usuale all’intervento chirurgico per risolvere il problema.

Dolore alla spalla: potrebbe trattarsi di una lussazione o di una tendinite ad esempio
Dolore alla spalla: potrebbe trattarsi di una lussazione o di una tendinite ad esempio

Cause del dolore alla spalla

Abbiamo dunque già analizzato molte cause di questo fastidio. Spesso, non sono comunque motivo di preoccupazione, se non fosse che finire sotto i ferri non piace a nessuno. Ma sono tutte risolvibili le cause che abbiamo visto finora. Alla base del dolore, più o meno intenso, può esserci un altro motivo, più grave, ossia l’artrosi. Peggio ancora l’artrite reumatoide. Addirittura, da lastre e risonanza magnetica potrebbe risultare uno neoplasia se non il sintomo di un problema al cuore.

Se, invece, dalle lastre non risulta nulla di grave, è molto probabile che bastino riposo e ghiaccio per far regredire il dolore, fino a farlo scomparire definitivamente. Una tendinite può aver bisogno anche di fisioterapia e, qualche volta, anti infiammatori o punture. Attenzione perché una tendinite non trattata può portare all’intervento chirurgico. La cosiddetta spalla congelata, invece, impedisce di fare praticamente tutti i movimenti: si provvederà dunque a prescrivere più farmaci e una terapia per ridare forza e permettere di nuovo i movimenti.

L’artrite richiede invece esercizi di rafforzamento, farmaci o punture. A volte l’operazione e, nei casi più gravi, la sostituzione dell’articolazione. Questa è una malattia progressiva, ma con i giusti medicinali si può rallentare.

Talvolta, il dolore alla spalla è di riflesso, nel senso che il problema riguarda per esempio i muscoli del collo e, muovendo quest’ultimo, si sente male anche alla spalla.

Dolore alla spalla
Dopo aver fatto le lastre il medico potrà valutare la terapia

Dolore alla spalla sinistra: cause principali

Capita di avvertire solo un dolore alla spalla sinistra, specialmente nel caso delle persone mancine. Perché? Perché sottopongono maggiormente questa parte del corpo ai movimenti. Attenzione, però, al dolore localizzato solo da questa parte: potrebbe infatti essere la spia di un problema cardiaco, come l’ischemia o l’infarto. Soprattutto se il dolore arriva all’improvviso e se si sente anche come un’oppressione al petto, allora è il caso di chiamare prontamente il medico e svolgere indagini approfondite.

Le altre cause di dolore alla spalla sinistra sono quelle esaminate sopra. Si va dallo sforzo fisico troppo grande al trauma, dall’artrosi alla spalla congelata, dalla posizione che abitualmente si tiene durante il giorno, che può portare anche uno spiacevole formicolio al braccio, all’infiammazione.

Dolore alla spalla destra: cause principali

Sono i destrorsi a soffrire maggiormente di dolore alla spalla destra. E vale quanto detto per i mancini a proposito della spalla sinistra. Nel caso di male a destra, non può essere esclusa la causa cardiaca. Vanno poi considerate tra le cause principali la borsite, la lussazione, la spalla congelata, l’instabilità della spalla, la spalla di Milwaukee e la sindrome della cuffia dei rotatori.

Alla base può esserci una colecisti. Oppure una malattia a carico del fegato, che si trova nella parte destra del corpo. Attenzione anche alla possibilità che si tratti di una distorsione, magari procurata durante un allenamento o un’attività sportiva.

Dolore alla spalla
In alcuni casi può essere sufficiente la fisioterapia o dei massaggi

Dolore alla spalla: quando preoccuparsi

Che sia quella destra o quella sinistra, c’è da preoccuparsi in particolare se si tratta di artrite reumatoide, malattia purtroppo degenerativa, ma che può essere gestita con le terapie giuste; per le donne, il dolore alla spalla destra può essere causato da un tumore alla mammella che si sta diffondendo.

Ovviamente, anche nel caso di problema cardiaco, la preoccupazione ci sarà. Ma meglio prendere in tempo qualsiasi cosa sia. Ci sono sicuramente più probabilità di risolvere il problema, se ai primi sintomi, si chiede l’intervento di un medico. Dovesse essere infarto o ischemia, i secondi sono addirittura preziosi per salvare la vita della persona colpita.