Dolore alle ginocchia: cause, come rimediare ed esercizi utili

Il dolore alle ginocchia può essere dovuto a molte cause diverse: scopriamo insieme quali sono e come rimediare per tornare a stare bene

Dolore alle ginocchia: cause, come rimediare ed esercizi utili

Tra i dolori articolari più frequenti e comuni figura proprio il dolore alle ginocchia, un problema con il quale tutti prima o poi devono fare i conti. Quando avvertiamo dolore alle articolazioni può accaderci di trascurare il problema, nella convinzione che si tratti solamente di un fastidio passeggero destinato a passare in poco tempo.

Purtroppo non sempre è così: eventi come la gonalgia, non sono esattamente un bel segnale, poiché può voler dire che qualcosa nella suddetta articolazione potrebbe essersi lesionato anche in maniera tale da richiedere un trattamento clinico.

Il motivo in questo caso è la struttura stessa del ginocchio, un’articolazione molto complessa che può essere facilmente soggetta a infortuni, specialmente durante attività fortemente traumatiche come tutta quella gamma di movimenti esplosivi comprendenti corsa e salti (un rischio ancora maggiore si ha con gli spostamenti laterali, nel corso dei quali i legamenti sono sottoposti ad un forte stress meccanico).

Dolore alle ginocchia: le cause

Il ginocchio, come detto, è un’articolazione molto complessa, considerata dal punto di vista componentistico come la più sofisticata dell’intero corpo umano (in realtà si tratterebbe di due articolazioni, precisamente quella composta da femore e tibia e quella composta da femore e rotula, “arrotondate” per comodità) e comprende tre ossa: il femore, la tibia e la rotula (o patella).

Il ginocchio è l'articolazione più complessa del corpo umano.
Il ginocchio è l’articolazione più complessa del corpo umano.

Sebbene possa apparire come un’articolazione estremamente mobile, in realtà l’apparato legamentoso limita il movimento del ginocchio unicamente all’estensione ed alla flessione (se ci fate caso infatti, per spostare il ginocchio sul piano sagittale – ossia lateralmente – è necessario il lavoro dell’anca).

Ma quali possono essere le cause del dolore alle ginocchia? La più comune è la corsa, un’attività particolarmente sofisticata dal punto di vista biomeccanico (sebbene possa apparire come una concatenazione di movimenti “banali” per la naturalezza con la quale è possibile eseguirla) che pone il ginocchio sotto forte stress, specialmente in caso di terreno accidentato. Una scarsa propriocettività, che si traduce in scarso equilibrio, aumenta significativamente le possibilità di incorrere in un infortunio grave in seguito a traumi improvvisi (es. mettere il piede su una pietra che scivola durante il movimento).

Proprio per questa ragione nelle preparazioni atletiche di alto livello è fondamentale inserire specifici esercizi propriocettivi (con l’ausilio di appositi strumenti come fitball, bosu, tavolette propriocettive etc.) al fine di migliorare l’equilibrio degli atleti e ridurre le possibilità di infortunio.

Dolore al ginocchio: da cosa dipende?

Abbiamo detto che corsa e salti sono tra i primi nemici naturali delle nostre ginocchia, ma quali sono le componenti che si infortunano con maggiore frequenza e per quali ragioni? Una delle cause più comuni di dolore al ginocchio è la borsite, ovverosia l’infiammazione della borsa sierosa. Si tratta di una condizione tipica di chi trascorre troppo tempo in genuflessione (inginocchiato) su superfici dure, ma può apparire anche in caso di piccoli traumi ripetuti nel tempo.

In questo caso l’aumento dei liquidi in questa regione (risposta fisiologica tipica delle infiammazioni) comporta un aumento di volume della borsa sierosa stessa, con conseguente dolore acuto (la borsite è una delle cause principali del ginocchio gonfio).

In caso di borsite, la pressione determinata dall'aumento dei liquidi può provocare fitte molto dolorose.
In caso di borsite, la pressione determinata dall’aumento dei liquidi può provocare fitte molto dolorose.

Anche la tendinite al ginocchio è una problematica alquanto frequente (specialmente nei giovani atleti è la causa di dolore più comune). In questo caso è il tendine rotuleo ad essere quello più soggetto ad eventi traumatici, tipici dei movimenti bruschi e repentini (come i cambi di direzione improvvisi durante la corsa).

Può accadere però che il problema sia più grave, come ad esempio quando sussiste un interessamento dei legamenti. I legamenti sono strutture costituite da tessuto connettivo non elastiche e presentano difficoltà di autoriparazione in caso di eventi gravi, pertanto in caso di lesione o rottura può essere necessario ricorrere a terapie specifiche.

Qualora invece il dolore sia dovuto a degenerazione cartilaginea si parla di artrosi (gonartrosi nel caso specifico del ginocchio). Oltre all’invecchiamento ed alla predisposizione genetica anche la sedentarietà, la postura scorretta ed il sovrappeso (o l’obesità) concorrono attivamente nell’accentuare la degenerazione delle cartilagini (il dolore alle ginocchia salendo le scale, ad esempio, è uno dei primi sintomi dell’artrosi se le fitte si presentano senza che siano avvenuti traumi nelle ore precedenti).

Dolore alle ginocchia: sintomi e rimedi

I rimedi per dolori di questo genere variano a seconda del trauma e dei tessuti coinvolti, in caso di tendiniti ad esempio possono essere sufficienti un periodo di riposo ed una terapia conservativa, mentre per quel che concerne lesioni o rotture di natura legamentosa può essere necessario ricorrere all’intervento chirurgico seguito da un percorso di riabilitazione (esercizi da svolgere su macchinari isotonici come la leg extension sono largamente utilizzati nelle fasi di recupero post-operatorio).

La maggior parte delle problematiche relative alle ginocchia può essere risolta senza ricorrere al trattamento chirurgico.
La maggior parte delle problematiche relative alle ginocchia può essere risolta senza ricorrere al trattamento chirurgico.

In caso di dolore successivo ad attività sportiva comparso poche ore dopo il termine dell’allenamento (come il dolore alle ginocchia di notte) si consiglia di applicare del ghiaccio e rivolgersi ad un medico nel caso in cui il problema persista ancora nell’arco di uno-due giorni dalla cessazione dell’attività. E’ opportuno inoltre evitare ulteriori traumi.

Nel caso in cui invece il dolore diventi cronico, allora gli accertamenti diagnostici sono necessari (se ti stai chiedendo: “Perché sento dolore alle ginocchia quando mi alzo?“, sappi che la distensione del ginocchio può provocare fitte anche in caso di piccoli traumi, pertanto non è necessario allarmarsi; se il dolore persiste invece è opportuno consultare un ortopedico).