Dolori all’anca: cause, esercizi utili e rimedi naturali

I dolori all'anca possono essere dovuti ad un elevato numero di fattori differenti. Ecco i più comuni e come guarire in modo naturale.

Dolori all’anca: cause, esercizi utili e rimedi naturali

dolori all’anca rappresentano una delle sintomatologie più comuni della terza età, solitamente inizia a presentarsi dopo i 50-60 anni (a seconda della predisposizione genetica e dello stile di vita) e può essere dovuto ad un elevato numero di fattori differenti anche non concorrenziali fra loro. Inoltre questo tipo di fastidio può essere sperimentato anche in persone di giovane età in relazione a traumi muscolari o articolari che interessano specificamente la regione dell’anca.

In particolare quando si parla di persone anziane è elevata la possibilità che si verifichi una frattura dell’anca, evento tipico della tarda età a causa dell’osteoporosi che rende le ossa dell’intero scheletro più fragili, dunque maggiormente suscettibili alle fratture.

Andiamo a vedere quali sono le cause più comuni del dolore all’anca, com’è possibile rimediare anche senza la terapia farmacologica e quali esercizi possiamo fare per ridurre il dolore e – in alcuni casi – riuscire addirittura ad eliminare il problema.

Dolori all’anca: da cosa dipende?

Il dolore all’anca è un sintomo che può sottintendere uno svariato numero di condizioni patologiche come ad esempio contratture, lussazioni traumaticheosteoartrosi ed artriti infiammatorie. In quest’ultimo caso in particolare il dolore che si avverte è generalmente acuto e si presenta molto rapidamente (dunque non ha un decorso graduale e progressivo ma si presenta con un esordio molto veloce).

dolori all'anca
Dolore anca: quando il fastidio è improvviso ed intenso, la causa può essere l’artrite.

Particolare a cui fare attenzione è il dolore alle ginocchia, poiché in determinati casi può accadere che la sensazione di dolore si manifesti irradiata fino all’articolazione del ginocchio e che il paziente lamenti un fastidio in corrispondenza di quest’ultima, sebbene ciò sia solo una conseguenza di un problema localizzato a monte che interessa proprio l’anca.

Una delle cause più comuni di questo problema comprende infiammazioni o lesioni localizzate nella zona del medio gluteo sotto forma di tendiniti o borsiti. Anche l’artrite reumatoide e le discopatie possono provocare forti dolori all’anca, così come la fribromialgia e patologie tumorali che interessano il femore (sebbene diagnosi di questo genere siano fortunatamente eccezionalmente rare).

Coxalgia e coxartrosi

Infine la coxartrosi, ovverosia la fisiologica degenerazione dell’articolazione dell’anca, è particolarmente comune una volta passati i 60 anni di età e nelle fasi avanzate può arrivare addirittura a bloccare l’articolazione stessa. In questo caso si parla di coxalgia ed il dolore si presenta tipicamente nella zona anteriore della coscia ed ha tendenza a cronicizzare.

Dolore all’anca: rimedi naturali

Una delle maggiori problematiche che portano all’usura delle articolazioni, compresa quella dell’anca, è la carenza di collagene. Questa proteina è molto importante per il nostro apparato locomotore, purtroppo ogni giorno l’azione dell’usura e dei radicali liberi determina una perdita delle quote di collagene. La sua integrazione può essere un vantaggio straordinario, specie se combinata ad altri approcci terapici.

Dolori alle anche: l'integrazione di collagene può aiutare a migliorare la situazione.
Dolori alle anche: l’integrazione di collagene può aiutare a migliorare la situazione.

Anche sostanze come la glucosamina e la boswellia possono rappresentare degli eccezionali alleati contro questo tipo di problema: la prima è naturalmente presente negli organismi animali e vegetali e contribuisce al mantenimento delle cartilagini e del liquido sinoviale, mentre la seconda è un potente antinfiammatorio naturale che lenisce il dolore e riduce il gonfiore, permettendo così di diminuire l’intensità dei sintomi (la boswellia viene normalmente consigliata in caso di artriti).

E’ bene specificare che in caso di artrite il calore può offrire grande sollievo dai sintomi, mentre farsi un bagno caldo o applicare una borsa dell’acqua calda sulla zona interessata è del tutto sconsigliato in caso di borsiti come la borsite trocanterica. Prima di ricorrere ai rimedi fai da te per il dolore alle anche dunque, è quantomai opportuno rivolgersi ad un professionista per comprendere quale sia la causa del problema ed evitare di peggiorare la situazione.

Dolore anca: esercizi

I dolori all’anca sono statisticamente più frequenti in persone obese o in sovrappeso, a causa del maggiore sforzo che l’articolazione è costretta a sopportare e – in concorrenza a ciò – di muscoli meno allenati incapaci di fornire il giusto sostegno a ossa e legamenti nella locomozione e nel mantenimento della postura. Se siete in sovrappeso dunque la prima cosa da fare è rimettersi in movimento (per quanto concesso dalle proprie capacità motorie e sempre in concerto con i consigli di un medico specializzato e di un preparatore qualificato).

dolore all'anca 3
Dolore anca destra o sinistra: le flessioni del femore sul busto sono un esercizio eccellente per recuperare la mobilità articolare.

Esercizi a corpo libero come il ponte possono essere funzionali al recupero delle capacità motorie ed al dimagrimento, mentre le oscillazioni della gamba sul piano frontale (avanti e indietro) da posizione eretta possono aiutare a rilassare l’articolazione riducendo i sintomi dolorosi. Anche esercizi di stretching come le flessioni dell’anca (flessioni del busto sul femore da seduti o del femore sul busto da sdraiati, mantenendo il ginocchio piegato e flettendolo verso il tronco con l’aiuto delle mani) possono aiutare a recuperare la flessibilità dell’articolazione.