Eritrociti nelle urine: cause, i valori normali e quando preoccuparsi

Ecco tutto quello che c'è da sapere in caso eritrociti alti nelle urine, quali sono i valori normali e fisiologici, quando invece è il caso di preoccuparsi

Eritrociti nelle urine: cause, i valori normali e quando preoccuparsi

Se ti dico che hai gli eritrociti nelle urine, cosa pensi? Che non sai cosa sono, se è il caso di preoccuparsi ed, eventualmente, quanto. Gli eritrociti non sono altro che i globuli rossi. E nella pipì non dovrebbero esserci. Il loro “habitat” naturale è il sangue. Trasportano l’ossigeno in giro per il corpo, prendendolo direttamente dai polmoni.

A dire il vero, non ti devi preoccupare se rari eritrociti vengono trovati nella tua pipì: diciamo che è fisiologica. Solitamente, quando fai gli esami necessari a capire i valori che ci sono nelle tue urine, un asterisco ti indica se il livello è giusto o è sballato e dunque se hai gli eritrociti alti nelle urine.

Sì, ma perché il medico dovrebbe mandarti a fare l’esame delle urine? Beh, dipende. Ci sono diversi sintomi che possono invitare il tuo dottore a prescrivertene uno. Diciamo che lo mettono in allarme e vuole vederci chiaro. Non è detto che poi dall’esame microscopico emergano globuli rossi nelle urine, ma se dovesse succedere, ora capirai che cosa può voler dire. Non è il caso di entrare nel panico, leggi e informati prima di tutto.

Eritrociti nelle urine: non sottovalutare la stanchezza
Eritrociti nelle urine: non sottovalutare la stanchezza

Cause degli eritrociti nelle urine

Parlavamo di valori normali degli eritrociti nelle urine: vanno da 0 a 2 per campo. Se l’ematuria dovesse essere superiore, sappi che le cause possono essere tante. A volte, per esempio, anche alcuni farmaci come l’aspirina o gli anticoagulanti possono provocare questo fenomeno. Purtroppo, possono esseri anche cause più gravi, che andremo a vedere più avanti.

Potrebbe trattarsi di rene policistico, ipertrofia, malattie che hai preso dopo un rapporto sessuale e che puoi a tua volta trasmettere, piccole lesioni, per la donna succede durante il ciclo mestruale, coagulazione del sangue non perfetta. Può essere un problema a carico del rene, come la calcolosi, ma anche la presenza di tubercolosi renale o di un infarto dell’organo.

E non escludere neanche che sia il fegato a soffrire di cirrosi. Attento, dunque, quando avverti alcuni sintomi, ma non è detto che ci siano. Puoi sentirti molto stanco o affaticato, avere problemi alla vista, emicranie e vertigini, sudare più del dovuto, avere tachicardia o riscontrare un ingrossamento della milza.

Eritrociti alti nelle urine: quando preoccuparsi

Sì, ci sono anche dei motivi per cui puoi preoccuparsi se ci sono eritrociti nell’urina. Ovvero patologie molto serie, che si aggiungono alle cause che abbiamo già elencato. Potresti avere la leucemia, il tumore delle cellule sangue, oppure una neoplasia, sia benigna sia maligna. Potrebbe trattarsi di adenocarcinoma alla prostata.

Queste sono tutte cause che meritano poi ulteriori accertamenti medici, esami e una terapia particolarmente invasiva. Sapere al più presto di cosa si tratta, dunque, è quantomai opportuno. Soprattutto in caso di leucemia, sappi che esiste anche una forma cronica di questa malattia. E non ci sono sintomi, il medico lo scopre facendo una normale visita di controllo.

eritrociti nelle urine
Bisogna subito consultare uno specialista in caso di eritrociti alti nelle urine

Eritrociti nelle urine: terapia e rimedi

Appurato che nelle urine ci sono eritrociti in quantità superiore al normale, sarà il medico a consigliare accorgimenti da tenere. Non sono cose difficili da fare e dovrebbero permettere la scomparsa dei globuli rossi nella pipì. Dovrai sforzarti di bere molta acqua, ossia almeno due litri al giorno, per far sì che il sangue si fluidifichi; se sei un accanito fumatore, devi limitare l’uso della sigaretta. Se riesci, e sarebbe meglio, devi proprio smettere di fumare. Non dimenticare che le sostanze contenute nelle sigarette portano i vasi sanguigni a restringersi.

Nell’alimentazione, è particolarmente indicato il pompelmo, che fa diminuire la produzione di globuli rossi; mangia soprattutto frutti rossi, il kiwi e i fagioli. Associa all’alimentazione migliore, il movimento fisico. Quello aerobico è sicuramente il più indicato. Infine, a tavola serviti di cibi che contengono vitamina B6, ferro, vitamina B12 e vitamina A.

Insomma, non sempre la presenza di eritrociti nelle urine porta a preoccuparsi. Soprattutto se la quantità è irrisoria e se il problema scompare con gli accorgimenti di cui abbiamo appena parlato, relativi ad alimentazione ed esercizio fisico.

Ascolta bene cosa ti dice il medico, quale terapia ti chiede di iniziare. E poi informati anche autonomamente, leggendo cosa si dice sull’argomento. Capirai che i globuli rossi nelle urine non sono poi un problema così raro nella popolazione.