Vescica iperattiva: cause principali, cura e rimedi

Ecco tutto quello che bisogna sapere in caso di vescica iperattiva: quali sono i motivi che portano ad avere un frequente bisogno di urinare, come curare questo fastidio e quali sono i rimedi naturali più usati

Vescica iperattiva: cause principali, cura e rimedi

Se avete bisogno urinare frequentemente, forse avete la vescica iperattiva. Prima di poter dare questa definizione al disturbo, naturalmente, bisogna escludere che ci siano patologie all’apparato renale di altro genere. In ogni caso, sappiate che siete in buona compagnia: in Italia ne soffrono dai due ai cinque milioni di persone.

Non è un problema solo maschile o solo femminile, benché proprio queste ultime siano in maggioranza a soffrirne (il 60 per cento). I dati, in realtà, rischiano di non essere reali. Non sono poche le persone che, perché si vergognano, evitano di raccontare al medico di essere afflitte da questo fastidio. Magari scoprendo che nel mondo sono 50 milioni coloro che hanno pubblicamente ammesso di soffrire di vescica iperattiva, troverete il coraggio anche voi di cercare una soluzione.

Se volete sapere perché ne soffrite, si tratta di un funzionamento errato da parte di un muscolo della vescica, chiamato muscolo detrusore. Quando siete sani, viene comodamente controllato dal cervello. Se però questo freno non c’è – per motivi psicologici, neurologici o muscolari – il muscolo detrusore si contrae più volte di quanto dovrebbe. E quindi abbiamo bisogno di fare pipì spesso, in modo impellente ed anche la minzione notturna diventa frequente.

Il bisogno impellente di urinare frequentemente è un sintomo della vescica iperattiva
Il bisogno impellente di urinare frequentemente è un sintomo della vescica iperattiva

Vescica iperattiva: perché succede

Sono tante le cause che possono portare questo disturbo, alcune portate da malattie. Partiamo dalla vescica anomala, ossia affetta da calcoli e tumori vescicali. Nell’uomo, spesso è associata alla ipertrofia prostatica benigna.

Viene considerata dai medici come la causa peggiore di vescica iperattiva il disturbo neurologico, perché può essere la conseguenza della sclerosi multipla, il morbo di Parkinson e l’ictus. Pure il diabete o l’insufficienza renale portano nella stessa condizione. Va considerato tra le cause anche l’eccessivo peso, che porta all’incontinenza.

Se la causa è psicologica, allora non possiamo parlare di patologia vera e propria. Spesso sono le abitudini di vita o addirittura il carattere di una persona a influenzare. Le persone di una certa età vanno incontro, inevitabilmente, a un indebolimento del muscolo e degli organi che lo controllano.

Se stiamo per affrontare un esame o una prova difficile, può verificarsi la necessità di urinare più spesso. Capita in particolare nelle persone ansiose. Purtroppo, a volte, questa è una scomoda eredità di operazioni chirurgiche che toccano il nervo spinale (l’ernia del disco) o che vanno a intervenire proprio sull’apparato urologico e genitale.

Da considerare anche il fumo eccessivo e l’assunzione di taluni medicinali. Anche chi fa uso di alcol e di troppa caffeina va incontro a questo disturbo.

Vescica iperattiva: tra le cause anche il diabete
Vescica iperattiva: tra le cause anche il diabete

Cura ed esami da fare

La vescica iperattiva non è una situazione irreversibile e non bisogna di certo imparare come trattenere la pipì. Se la diagnosi corretta viene fatta quanto prima, la qualità di vita risente solo relativamente del fastidio. Il medico ha il compito non solo di indagare su familiari e paziente stesso, ma anche di prescrivere l’esame obiettivo e quello di primo livello, in particolare in caso di colon irritabile, cistite, calcoli ai reni o dolori vescicali.

Ricordiamo l’esame del sangue, il Psa (antigene prostatico), esame delle urine ed eventuale urinocoltura. L’ecografia a reni e vescica serve a individuare la posizione e la grandezza dei calcoli.

C’è poi l’esame urodinamico che fa capire come e se la vescica si riempia normalmente. Qualche volta viene associata l’uroflussimetria, che calcola velocità dell’urina e volume. Se c’è il sospetto di tumore, si passa anche agli esami di secondo livello.

Appurato di cosa si tratta, il medico può prescrivere farmaci antimuscarinici e agonisti adrenergici. C’è anche l’opzione medico – chirurgica: iniezioni di botulino, neuromodulazione sacrale, operazione di ingrandimento della vescica, cistectomia.

Dopo un check up completo e vari esami, sarà possibile comprenderne le cause e prescrivere una cura
Dopo un check up completo e vari esami, sarà possibile comprenderne le cause e prescrivere una cura

Vescica iperattiva: rimedi naturali

Esistono infine rimedi naturali: si va dal magnesio ai semi di zucca, dalla ruta graveolens all’uva ursina, dal prezzemolo al causticum. Ognuno con un preciso obiettivo. Si può ricorrere all’agopuntura. Ma tutto questo potrebbe non bastare se non si affianca uno stile di vita il più sano possibile.

Il magnesio è un integratore alimentare, molto usato perché evita che tutta la parte si contragga anche quando non ce n’è motivo. I semi di zucca rendono più tonici i muscoli pelvici. Incontinenza e stimolo eccessivo si possono curare con l’uva ursina; ruta graveolens, invece, se è l’ansia a provocarci questo sintomo.

Il prezzemolo rinforza la muscolatura pelvica ed è anche antinfiammatorio. Infine, il causticum si può usare per disturbi di tipo neurologico o ansioso. O nei casi di nicturia.